Dal suo studio di Borso del Grappa, Francesca Bosa di Bosa Ceramiche racconta perché portare gioia e giocosità nelle nostre case è uno dei compiti (più importanti) del design

Prima che suo padre iniziasse a collaborare con i designer, racconta Francesca Bosa, osservava il design da lontano, con ammirazione ma anche un po' di soggezione.

Poi da quando, negli anni 80, il sodalizio tra Bosa Ceramiche e i progettisti si è consolidato, tutto è cambiato. Perché per capire il design bisogna conoscerlo da dentro, dice Francesca. E ora per lei, che gestisce l'impresa fondata dal padre nel 1984, lavorare con artisti-designer come Jaime Hayon o Elena Salmistraro è diventato un modo per portare felicità, leggerezza e joie de vivre nelle nostre case.