interior

Uno scrigno di benessere

Leggerezza architettonica, spazi candidi e rigorosi, inondati da una profusione di luce naturale. T House, la casa-studio dell’architetto Massimo Rosa nel cuneese si compone di più volumi trasparenti a creare un giardini interni dall’incanto giapponese

Dove nasce il talento

Nasce a Milano Defhouse, la prima concept house dove gli abitanti, giovani influencer, vengono stimolati a coltivare la propria creatività. Un vero e proprio hub di formazione per i TikTokkers, tra design anni Ottanta, grafiche di ispirazione Memphis, rimandi pop, neon, colori saturi e fluo. Instafriendly ovviamente

Dove nasce il talento

Nasce a Milano Defhouse, la prima concept house dove gli abitanti, giovani influencer, vengono stimolati a coltivare la propria creatività. Un vero e proprio hub di formazione per i TikTokkers, tra design anni Ottanta, grafiche di ispirazione Memphis, rimandi pop, neon, colori saturi e fluo. Instafriendly ovviamente

Una playlist è un progetto d’amore verso gli altri

Per creare una playlist per qualcuno bisogna ‘entrare in contatto’ con l’altra persona, proprio come accade quando si progetta qualcosa di personalissimo come l’interno di una casa

Cambio di pelle

Come può la nostra abitazione accompagnarci in una scelta di vita diversa? Come si adattano gli spazi abitativi a quello che diventiamo nelle diverse fasi della nostra esistenza?

Cambio di pelle

Come può la nostra abitazione accompagnarci in una scelta di vita diversa? Come si adattano gli spazi abitativi a quello che diventiamo nelle diverse fasi della nostra esistenza?

Il vuoto è il luogo delle infinite possibilità

È ovunque, fuori e dentro di noi. Per questo progettare significa fare un uso sapiente del vuoto. Che non è il contrario del pieno, ma uno spazio più ricco, in quanto carico di possibilità

Progettare una casa come un set

Come si progetta un interno perché non ci annoi mai? Lo abbiamo chiesto a tre progettisti che hanno fatto del racconto creativo ad alto tasso di emozione il loro marchio di fabbrica

Progettare una casa come un set

Come si progetta un interno perché non ci annoi mai? Lo abbiamo chiesto a tre progettisti che hanno fatto del racconto creativo ad alto tasso di emozione il loro marchio di fabbrica

La meditazione fa bene a chi progetta

Cercare qualcosa – qualsiasi cosa – è il punto di partenza della meditazione. Ma il bello è perdere la via ed entrare in un luogo inaspettato. Ecco perché ha molto a che vedere con il design

Torneremo ad amare le nostre case?

Sono state il nostro rifugio, letteralmente, per mesi. Ci hanno confortati ma anche soffocati, asserragliati come eravamo tra le loro mura insormontabili. Come è cambiato il rapporto con la nostra casa durante il trauma psicologico che è stata la pandemia? Potremo mai tornare a guardarla con gli stessi occhi? E vogliamo davvero farlo o usare questa opportunità per iniziare una nuova relazione con il nostro spazio domestico?

Siamo tutti influencer

Più l’immagine di sé è autentica, più il gioco dei social funziona. Per avere successo nel mondo online non si deve mentire perché milioni di persone sono pronte a smascherare l’inganno. E questo vale anche per la casa che diventa oggi estensione della personalità di chi la abita

Uno scrigno di benessere

Leggerezza architettonica, spazi candidi e rigorosi, inondati da una profusione di luce naturale. T House, la casa-studio dell’architetto Massimo Rosa nel cuneese si compone di più volumi trasparenti a creare un giardini interni dall’incanto giapponese

Una playlist è un progetto d’amore verso gli altri

Per creare una playlist per qualcuno bisogna ‘entrare in contatto’ con l’altra persona, proprio come accade quando si progetta qualcosa di personalissimo come l’interno di una casa

Il vuoto è il luogo delle infinite possibilità

È ovunque, fuori e dentro di noi. Per questo progettare significa fare un uso sapiente del vuoto. Che non è il contrario del pieno, ma uno spazio più ricco, in quanto carico di possibilità

Spazi open-source

Dividere senza separare, distinguere senza isolare. Ecco come smart working e gaming ci porteranno a vivere in case con stanze zattera e oggetti multifunzione

Spazi open-source

Dividere senza separare, distinguere senza isolare. Ecco come smart working e gaming ci porteranno a vivere in case con stanze zattera e oggetti multifunzione

La meditazione fa bene a chi progetta

Cercare qualcosa – qualsiasi cosa – è il punto di partenza della meditazione. Ma il bello è perdere la via ed entrare in un luogo inaspettato. Ecco perché ha molto a che vedere con il design

Non lasciamo progettare le nostre case agli ingegneri

Se vogliamo case intelligenti ma anche belle da vivere, gli interior designer devono iniziare a capire davvero la tecnologia. Non farlo vuol dire lasciare che siano i giganti del tech a dettare le regole dell’abitare. Come già, di fatto, sta avvenendo

Non lasciamo progettare le nostre case agli ingegneri

Se vogliamo case intelligenti ma anche belle da vivere, gli interior designer devono iniziare a capire davvero la tecnologia. Non farlo vuol dire lasciare che siano i giganti del tech a dettare le regole dell’abitare. Come già, di fatto, sta avvenendo

Torneremo ad amare le nostre case?

Sono state il nostro rifugio, letteralmente, per mesi. Ci hanno confortati ma anche soffocati, asserragliati come eravamo tra le loro mura insormontabili. Come è cambiato il rapporto con la nostra casa durante il trauma psicologico che è stata la pandemia? Potremo mai tornare a guardarla con gli stessi occhi? E vogliamo davvero farlo o usare questa opportunità per iniziare una nuova relazione con il nostro spazio domestico?

Cosa rende la casa uno specchio di noi?

“Lo spazio abitato è come un vestito che, invece di essere indossato, viene vissuto”. Cinque progettisti raccontano come progettano il piacere di sentirsi bene a casa (quando poi, quelle case, le abitano altri).

Cosa rende la casa uno specchio di noi?

“Lo spazio abitato è come un vestito che, invece di essere indossato, viene vissuto”. Cinque progettisti raccontano come progettano il piacere di sentirsi bene a casa (quando poi, quelle case, le abitano altri).

Siamo tutti influencer

Più l’immagine di sé è autentica, più il gioco dei social funziona. Per avere successo nel mondo online non si deve mentire perché milioni di persone sono pronte a smascherare l’inganno. E questo vale anche per la casa che diventa oggi estensione della personalità di chi la abita