Un viaggio nei luoghi iconici della città per scoprire le nuove lampade: dalle riedizioni storiche alle outdoor, fino alle rivoluzionarie portatili e ricaricabili

Molecola, sospensioni in ottone con cinque sfere in vetro trasparente e sabbiato, di Fabrizio Fava per Il Fanale. Saturn, tavolino in alluminio dalle finiture scintillanti, collezione Galactica, di Antonio Aricò per AltreForme. Sul fondo, pannello nero realizzato con resina Dega Monosint finitura satinata e finestra in resina Poliepo Biolux studiata per rilasciare fosforescenza al buio, dopo aver accumulato energia da una fonte luminosa, Gobbetto.

Bellhop, lampada da tavolo senza fili, portatile e ricaricabile, con base e diffusore in policarbonato colorato, sorgente luminosa a led; design Edward Barber & Jay Osgerby per Flos. È ritratta a City Life, davanti alla Torre Generali di Zaha Hadid e alla Torre Allianz di Arata Isozaki.

Come Together, lampada portatile in alluminio e metacrilato trasparente, funziona per 8 ore senza alimentazione; design Carlotta de Bevilacqua per Artemide. Sullo sfondo, la Torre Diamante a Porta Nuova dello Studio Kohn Pedersen Fox Associates.

Da sinistra, Bilia, design Gio Ponti, con base a cono in metallo nichelato spazzolato e diffusore a sfera in vetro soffiato bianco satinato, FontanaArte. Miss Pack, in ceramica smaltata, dell’artigiano e ceramista fiorentino Alvino Bagni per Tacchini Edizioni. Lita, con base in frassino e diffusore in opalino satinato, design David Dolcini per Luceplan. Filo, in porcellana, cavo tessile, vetro soffiato e base in metallo verniciato, di Andrea Anastasio per Foscarini. Pannello con verniciatura per legno finitura poliuretanica lucida cipria di Ilva, realizzato per l’installazione “Ilva Wood Coating Stories” di Ferruccio Laviani. Sullo sfondo, vista sulla città con la Torre Velasca dello Studio BBPR del 1956.

Da sinistra: Tablet, piantana vincitrice del Red Dot Award 2018, in alluminio con base in metallo nero girevole, diffusore in policarbonato e luce topLed, design Mirco Crosatto per Linea Light Group. Mystès, in alluminio verniciato a polvere grigio antracite, diffusore in vetro borosilicato sabbiato, di Roberto Paoli per Leucos. Kiki, filo di luce per esterno con diffusori in polietilene stampato, di Paola Navone per Martinelli Luce. A terra, Oxxxical tappeto Limited Edition in lana himalayana, pura seta e colori vegetali, di Emtivi Studio per Illulian. Pannello in Resin Paint® colore PL28, finitura opaca di Piero Lissoni Color Collection, Kerakoll. Nello scorcio urbano, i Diamantini dello Studio Kohn Pedersen Fox Associates e la Torre Solaria dello Studio Arquitectonica, a Porta Nuova.

Jacqueline, lampada da tavolo portatile con struttura in metallo spazzolato rosa cipria e cuoio, design Umberto Asnago per Penta. Fotografata nell’ottocentesca Galleria Vittorio Emanuele II, una delle architetture simbolo di Milano.

Moon Edition, lampada da tavolo in Opalflex® con serigrafia effetto marmo rosa, edizione celebrativa per i 25 anni di Moon, di Creative Team by Slamp. Solid, cubi luminosi in cristallo acrilico alimentati a led, di Karim Rashid per Vesta. Pannello con verniciatura per legno finitura ottone brunito di Ilva, realizzato per l’installazione “Ilva Wood Coating Stories” di Ferruccio Laviani. Sullo sfondo, veduta della città con le torri di City Life.