Sviluppato su due piani e una superficie complessiva di 3.500 metri quadrati, Molteni Group ha inaugurato nei giorni scorsi uno spazio che ospita Flagship Store Molteni&C e lo Showroom UniFor: il più grande sino a ora

Il Gruppo Molteni ha inaugurato a Shanghai, in collaborazione con Domus Tiandi, il suo più grande Flagship Store Molteni&C e lo Showroom UniFor. Con una superficie di 3.500 metri quadrati, il negozio su due piani ospita le Collezioni Molteni&C, uffici, una galleria d'arte che espone Gio Ponti e la Collezione Heritage e uno spazio UniFor immersivo per architetti e designer. Il negozio comprende anche un ristorante interno-esterno.

Situato nel complesso "Golden Union Shi bo" vicino al fiume Huangpu, adiacente alla Shanghai Power Station of Art e all'Expo Riverside Dingbo Tower, il sito era un tempo un parco del patrimonio industriale.

La filosofia del Flagship Store riflette un profondo significato culturale e artistico.

Il direttore creativo Vincent Van Duysen ha progettato il negozio con un'atmosfera da palazzo, caratterizzato da stanze ordinate, grandi prospettive e una scala scultorea, incorporando elementi della cultura cinese nel classico stile Molteni.

L’architettura brutalista dell’edificio, con colonne in cemento a vista, si fonde con nuovi spazi, portali e dettagli metallici, creando un ambiente coeso ed elegante.

Il Flagship Store è una celebrazione dell'architettura, esponendo opere di rinomati designer come Jean Nouvel, Foster + Partners, Ron Gilad, Yabu Pushelberg, Herzog & de Meuron, Gio Ponti, Aldo Rossi e Luca Meda.

La zona pranzo al piano terra accoglie gli ospiti con il tavolo Mateo in marmo Calacatta di Van Duysen e le sedie Tea di Jasper Morrison, accanto alla poltrona Cinnamon di Naoto Fukasawa.

Tra i pezzi forti figurano il tavolo Old Ford di Rodolfo Dordoni, la sedia Porta Volta di Herzog & de Meuron, il divano Augusto e la poltrona Paula di Van Duysen, Teorema di Ron Gilad e il Sistema 505UP di Nicola Gallizia.

La zona notte è caratterizzata dal letto Ovidio di Van Duysen, dal sistema Password di Dante Bonuccelli e dal tavolo Mateo con sedie Porta Volta. Il sistema cabina armadio Gliss Master, abbinato alla chaise longue Tuscany di Fukasawa, offre un'atmosfera serena. Un'altra camera da letto presenta il letto Anton, il divano Marteen di Van Duysen e l'iconica poltrona D.154.2.

La zona cucina mette in risalto la cucina Molteni&C Dada Engineered Ratio di Van Duysen, il tavolo Diamond di Patricia Urquiola e la madia Horizons di Bonuccelli. Un camino impreziosisce la zona living, caratterizzata dal divano Cleo e dalla poltrona Walter di Van Duysen, e da pezzi della Heritage Collection, come la poltrona D.153.1 di Gio Ponti e il tavolo Blevio di Ignazio Gardella.

Una scala a chiocciola collega i due piani e conduce ad una galleria d'arte al primo piano con i disegni di Gio Ponti e la Heritage Collection. Lo spazio in cemento della galleria ospita pezzi iconici come la poltrona D.154.2, la poltrona per nave da crociera D.151.4, la poltrona per casa privata D.153.1, la chaise longue da esterno D.150.5, il tavolino D.552.2 e la consolle D.847.1.

I visitatori entrano poi nel mondo UniFor attraverso una porta in vebtro personalizzata da Renzo Piano. In un'area di 300 metri quadrati, una vetrina per l'esperienza nella progettazione di progetti su larga scala, con la poltrona Parigi, la libreria Cartesio, il tavolo Consiglio, la sedia Museo di Aldo Rossi, la collezione PRINCIPLES di OMA, la postazione mobile TDU di Studio Klass, il sistema X Shelving di Foster. + Partners e una postazione di lavoro modulare regolabile in altezza.

La sala riunioni, delimitata da pareti in vetro RP, comprende un tavolo riunioni Element 02 da 4,80 metri di Foster + Partners. L'area operativa è caratterizzata dai tavoli singoli Flipper, vincitori del Compasso d'Oro, di Pagani e Perversi e dalla panca regolabile in altezza S/200.

All'interno dello store è presente anche il Charcoal Restaurant, che espone pezzi delle prime Collezioni Molteni&C Outdoor, come la poltrona e il divano Palinfrasca e le sedute Phoenix. Il ristorante si integra con elementi naturalistici, fornendo un ambiente rilassante con pezzi da interni come il tavolo D.859.1 di Gio Ponti, le sedute Woody e Devon di Francesco Meda e Rodolfo Dordoni.