Sono tante le storie che s’incrociano tra le belle sale della GAM: la storia del collezionismo milanese con quella del design lombardo; ma anche la storia dell’imprenditoria italiana con quella della Brianza, uno tra i più importanti distretti industriali del made in Italy.

Perché tra le 290 opere di famosissimi artisti (da Manet a Boccioni, da Picasso a Modigliani) raccolte dalla passione per l’arte di due industriali milanesi, Carlo Grassi e Giuseppe Vismara, s’innestano con stile e leggerezza prototipi e prodotti-icona del Gruppo Molteni, presentati al grande pubblico per la prima volta e declinati nei quattro marchi aziendali (Molteni & C., Unifor, Dada e Citterio).

L’allestimento, curato da Jasper Morrison, sceglie forme candide e lineari per dialogare con un contesto già ricco, senza tradire le scelte progettuali del precedente progetto museale firmato negli anni 50 dal ‘maestro’ Ignazio Gardella. La mostra è aperta sino al 30 giugno 2015.

 

di Laura Ragazzola
foto di Mario Carrieri e David Zanardi

 

 

gallery gallery
Le ‘isole’ della mostra ‘80! Molteni’ alla Gam di Milano, che mette a confronto design e arte moderna. Come la poltrona di Gio Ponti (rieditata dall’azienda lombarda nel 2012) che ‘dialoga’ con un quadro di Pablo Picasso.