Il cuscino come archetipo: il nuovo divano Dove di Ludovica e Roberto Palomba per Zanotta

Un'isola in cui rifugiarsi dove riposare, dove stare con tutta la famiglia, dove ricevere gli amici, dove poter leggere e lavorare. Così Ludovica e Roberto Palomba presentano Dove, il nuovo divano della collezione Back to emotions con cui Zanotta mette in scena la vita e riporta al centro la sintesi del progetto e la relazione tra gli arredi e coloro che li vivono. È concepito all'insegna di un design essenziale, che bene esprime l’idea di comfort, adattandosi alle esigenze di chi lo utilizza e stabilendo con le persone una relazione di accoglienza nella vita di tutti i giorni. Monoblocco e modulare, componibile in soluzioni lineari o angolari, il divano consiste di poche componenti: una base, due piedini e tre morbidi cuscini per creare un effetto di cocooning. L’inclinazione del bracciolo è studiata per accogliere e sostenere il collo e la schiena quando ci si sdraia sul divano abbandonandosi al relax. Dettagli ricercati si esprimono nelle cuciture a doppio spessore e nelle curve che definiscono i cuscini e i braccioli. Dove è capace di generare un’empatia emozionale necessaria a trasformare il living in uno spazio identitario, grazie anche al protagonismo formale e funzionale del cuscino, figura archetipa e familiare, sinonimo di casa e intimità.

A colpo d'occhio

Che cos’è?
Dove è un divano monoblocco e modulare, sviluppato in un programma di elementi che permette di creare soluzioni componibili, lineari o angolari, estese e articolate grazie alle poltrone allungate con il bracciolo, ai divani terminali.
Qual è il suo concept progettuale?
“Il cuscino sintetizza la nostra idea di semplice accoglienza della quotidianità̀, perché́ è un compagno di relax, di coccole, un rifugio, l'oggetto d'uso quotidiano per antonomasia”. Ludovica+Roberto Palomba
Come è fatto?
La seduta è con morbidi cuscini realizzati in tre diversi strati di materiale - poliuretano espanso, memoryfoam e dacron - per garantire il giusto livello di comfort e la migliore conformazione ergonomica. La seduta è sostenuta da una struttura in legno con molleggio su nastri elastici. Schienale e braccioli, imbottiti in poliuretano schiumato autoestinguente, celano invece un’anima in acciaio. I piedini in fusione di alluminio, verniciati colore grafite, si collegano tra loro tramite un estruso di alluminio tubolare a formare il telaio di sostegno. La struttura, parzialmente integrata alle imbottiture, conferisce leggerezza al volume del divano che appare come sospeso da terra.
Come viene prodotto e dove?
La produzione Zanotta è 100% Made in Italy e avviene principalmente negli stabilimenti di Nova Milanese, nella costante scelta di materiali della migliore qualità̀ e dei processi sostenibili sia per le persone che per l’ambiente.
Come viene realizzato?
Zanotta pratica un design fruibile, etico e sostenibile, mirato alla ricerca della sintesi progettuale. Il pregio delle finiture, la cura dei dettagli, la funzionalità, il comfort, la sicurezza e la durata nel tempo, sono da sempre caratteristiche distintive riscontrabili in ogni prodotto del marchio.
Cos'ha di speciale?
Il divano Dove è un prodotto di grande essenzialità, spogliato del superfluo, ma ricco di contenuti funzionali e soluzioni innovative, realizzato con materiali duraturi e componenti precise e semplici, facili da assemblare.
Com'è?
Essenziale, accogliente, confortevole
Nelle parole dei designer
“Cose che ci fanno felici: stare in casa, un divano come un cuscino, un libro di poesie, l’abbraccio di chi amiamo”.