Vico Duo di Vico Magistretti: la riedizione di una sedia del maestro milanese nato 100 anni fa e ispirata a uno schizzo della lettera Z su un pezzo di carta

Disegnata da Vico Magistretti, Vico Due viene rieditata nel 2020  per celebrare il 100mo anniversario della nascita del maestro, che la disegnò nel 1997 nell'ufficio stile  Fritz Hansen, dove desiderava approfondire la sua  competenza nella lavorazione del legno. "Sin dall'inizio, questa sedia è stata il frutto di una profonda collaborazione tra Fritz Hansen e Vico Magistretti. Nel 1997, Magistretti era al vertice della sua carriera. Il design si caratterizza per semplicità e forza che rispecchiano la sicurezza del designer", afferma Christian Andresen, art director dell’azienda danese.

Bellezza e funzionalità convivono in questa sedia impilabile dal look contemporaneo e dall’aspetto unico grazie alla particolare, ma al contempo minimale, conformazione data dall’incontro di braccioli e gambe. Il leggendario architetto e designer milanese si ispirò a uno schizzo della lettera ‘Z’ fatto su un pezzo di carta. Il segno venne poi sviluppato in un sinuoso paio di braccioli, formati dallo stesso pezzo di tubolare d'acciaio delle gambe posteriori, che incorniciano la linea semplice formata da seduta e schienale. Nella versione rinnovata l’aggiunta di poggiabraccia ai braccioli favorisce un comfort maggiore, mentre la verniciatura in nero della struttura tubolare in acciaio cromato dona un tocco moderno. Un oggetto d’arredo dal design senza tempo perfetto per ambienti di lavoro e spazi condivisi.


A colpo d'occhio

Che cos’è?
Vico Duo è una sedia impilabile, disponibile con o senza braccioli. La sua versatilità la rende adatta per spazi domestici, di lavoro o ospitalità, come bar, ristoranti e hotel.  
Qual è il suo concept progettuale?
Coniugare bellezza e funzionalità: una linea a ‘Z’ tracciata sulla carta ha ispirato i braccioli che sono un unicum con le gambe posteriori.
Come è fatta?
La scocca è in multistrato di noce, rovere o frassino verniciato nero. Le gambe e i braccioli in acciaio cromato o verniciato a polveri nero.
Dove viene prodotta?
In Polonia.
Come viene realizzata?
Attraverso la lavorazione del multistrato, per cui Fritz Hansen è celebre. 
Cos’ha di speciale?
Il design è molto essenziale e il profilo segnato da linee sottili. Il tubolare d'acciaio dei braccioli a zeta – elemento che la caratterizza – è lo stesso delle gambe posteriori.
Com’è?
Semplice, resistente, classica.