Il progetto di Studio 74ram per una villa a Salerno valorizza i materiali naturali, oltre a giochi prospettici e spazi fluidi

Materica, luminosa e accogliente.

È un'abitazione ariosa e dinamica, disposta su più livelli comunicanti visivamente tra loro, quella pensata e realizzata a Salerno per una famiglia. Punteggiati da arredi di design e da pezzi vintage, gli ambienti, ampi e fluidi, donano un'atmosfera calda e rassicurante.

Il progetto di interior design ideato dallo Studio 74ram degli architetti Emilia Abate e Francesco Rotondale per la ristrutturazione di villa Gea a Salerno valorizza il gioco prospettico creato dai diversi livelli, i materiali naturali – pietra, ferro, tufo, legno, parquet di recupero – e l'ampio respiro degli spazi resi fluidi e funzionali.

Al piano terra, la pavimentazione in gres con decori in bassorilievo, enfatizzati dalle variazioni di luce e prospettiva, dona continuità agli ambienti.

Protagonista della zona giorno, scandita da colonne rivestite in tufo, il tavolo con base in ferro e piano in legno massello di Briccola. Alla conversazione è riservata un'area leggermente ribassata che si raccoglie intorno a una parete con camino in pietra piasentina, rivestito di listelli di recupero e ferro.

Una lunga parete contenitiva bifacciale in rovere, con angolo bar in cristallo fumé, permette di connettere o schermare la zona living dalla cucina, che si distingue per la grande isola in kerlite e rovere cenere che culmina in un camino, con vetri a scomparsa nel basamento di pietra piasentina, rivestito di listelli di legno di recupero.

Il livello intermedio, valorizzato dal parquet di recupero e da un ampio infisso in ferro che inonda lo spazio di luce, è il punto focale dell'intervento.

Nella zona notte sono stati recuperati i materiali di pregio esistenti, come il parquet in teak, le porte in radica e i rivestimenti in travertino dei tre bagni.

Per l'abitazione sono stati scelti arredi e corpi illuminanti di design, ma anche pezzi vintage, trovati da rigattieri, mercatini e gallerie d'arte, che, mescolati con ricordi di viaggio rendono gli ambienti accoglienti.