Quattro mesi di incontri, proiezioni, eventi live e festival nel giardino della Triennale a Milano

Dopo la riapertura al pubblico del 4 giugno, dal 15 giugno fino al 30 settembre Triennale Milano presenta Triennale Estate – Un giardino di voci e colori, una nuova manifestazione che si svolgerà nel giardino dell’istituzione, recentemente intitolato a Giancarlo De Carlo. Un progetto rivolto a tutta la città, per tornare a vivere la cultura insieme.

Ogni giorno Triennale proporrà incontri dedicati a design, architettura, città, arte contemporanea, fotografia, letteratura e filosofia.

Dobbiamo imparare a usare in modo pervasivo gli spazi aperti delle nostre piazze, parchi e giardini"

4 mesi di programmazione, un ricco calendario di incontri, proiezioni, lecture, cabaret, eventi live, festival, laboratori per bambini. Ogni giorno Triennale proporrà incontri dedicati a design, architettura, città, arte contemporanea, fotografia, letteratura e filosofia.

Il calendario di Triennale Estate riunisce format e attività curate dal Comitato Scientifico di Triennale Milano e da Public Program insieme ad altre sviluppate in stretto dialogo con organizzazioni culturali milanesi. In linea con la sua storia e missione, Triennale vuole così porsi come uno dei principali centri propulsori per la ripartenza della città di Milano e della Regione Lombardia. Con il suo palinsesto, l'iniziativa offre la possibilità di tornare a frequentare e vivere la Triennale, mantenendo sempre come priorità la salute e la sicurezza del pubblico, degli artisti e dei lavoratori.

L'energia creativa trasmessa dalle opere d'arte nel giardino della Triennale e dagli alberi del Parco Sempione "

All’interno del giardino della Triennale – che accoglie una serie di opere d’arte straordinarie e una grande varietà di alberi – sono state definite cinque aree che accoglieranno le diverse attività: nell’area Cinema si terranno le proiezioni cinematografiche, il cabaret, gli appuntamenti dedicati a design, live arts e fotografia; nel Bosco, dove si trova l’installazione di Italo Rota, verranno presentati i talk sulle trasformazioni urbane, l’arte contemporanea e i new media; il ciclo di incontri curato dagli Amici della Triennale e i talk di letteratura si svolgeranno nel Teatrino di Alessandro e Francesco Mendini, mentre nella Rotonda, dove si trova l’opera di Ettore Sottsass Sassi nel parco, si terranno gli appuntamenti di filosofia. Nello spazio Raduna si trova  il Caffè in Giardino.

“Serve oggi un cambio di paradigma: musei, teatri, istituzioni culturali devono ripensare le loro modalità di produzione culturale” afferma Stefano Boeri, presidente di Triennale Milano. “Oltre a un utilizzo esteso della comunicazione digitale (che Triennale per prima ha sperimentato con Triennale Decameron), dobbiamo imparare a usare in modo pervasivo gli spazi aperti delle nostre piazze, parchi e giardini. Per questo abbiamo appositamente studiato per il giardino di Triennale un programma di eventi, dialoghi, performance e momenti di relax, nella più completa garanzia di sicurezza per il pubblico. Con l’opportunità di visitare – gratuitamente – la straordinaria collezione dei capolavori del design italiano conservati nel Museo del Design Italiano, oltre alle opere esposte nel parco. Consapevoli dell’energia creativa che questi oggetti e la prossimità con gli alberi del Parco Sempione potranno trasmettere al pubblico di Triennale Estate”.

Programmazione e informazioni sul sito di Triennale Milano.