Una panoramica sulla fotografia italiana contemporanea in mostra a Milano da Still Fotografia. Oltre 70 opere di 11 artisti italiani, sia affermati sia emergenti, tutte in edizione limitata e acquistabili direttamente in galleria

Still Fotografia, Milano, fino al 28 febbraio 2021

Per visitare la mostra in sicurezza, è consigliata la prenotazione: info@stillfotografia.it

La galleria Still di Milano presenta un'esposizione che raccoglie i progetti realizzati da 11 fotografi italiani, sia affermati sia emergenti. Risultato di una selezione curata da Denis Curti, Fabio Achilli e Alessandro Curti, Still Group Show rappresenta una panoramica sulla fotografia italiana contemporanea che affronta diversi temi attraverso linguaggi stilistici dallo sguardo sensibile e multiforme.

In mostra oltre 70 opere di formati diversi, tutte in edizione limitata e acquistabili direttamente in galleria.

Maurizio Galimberti, con i suoi mosaici di polaroid stampati su tela, scompone la realtà e la restituisce sotto un nuovo aspetto, regalando uno sguardo inedito sul mondo circostante. Le fotografie di Lady Tarin, invece, affrontano il tema dell’erotismo esorcizzando la sensazione della colpa che accompagna troppo spesso la vita delle donne, con l’obiettivo di restituire all’eros femminile la spontaneità e la consapevolezza troppo spesso negata.

I Fiori Dimenticati di Giacomo Giannini contengono un’idea di bellezza semplice e universale, comunicabile attraverso un gesto che è amore, contemplazione, dono. Beatrice Speranza valorizza paesaggi naturali o urbani tramite una fotografia in bianco e nero che congela’ vedute eterne e austere, intervenendo poi direttamente sull’opera con piccoli ricami in filo di lana colorato. Gli Spiaggiati di Stefano Rosselli è invece un viaggio grottesco, un reportage schietto ed esilarante sull’umanità spiaggiata’ sulle coste italiane.

Le composizioni di Maurizio Grandi enfatizzano il tempo che si allunga e si dilata: la fotografia diventa il punto d’incontro dove differenti centri di attenzione si affiancano, stimolandosi fra loro. L'opera con un apparente sfondo documentario di Alan Maglio si trasforma invece in un metalinguaggio in cui vengono rielaborati materiali d’archivio: fotografie di interni di abitazioni diventano scene del crimine con la tecnica del collage. Le fotografie di Alessandra Chemollo, infine, portano nel cuore di città e spazi urbani, offrendo allo sguardo prospettive sorprendenti, danze geometriche e scorci inconsueti.

A chiudere la rassegna i progetti di tre giovani fotografe selezionate da Alessandro Curti durante le letture portfolio organizzate da SI Fest - Savignano ImmaginiValeria Pierini con Northern Sea ripercorre le vicende dell'Irlanda traendo ispirazione dalla letteratura e dalla filosofia ma anche dallo storytelling. Nicole Marchi, con Le tre case, racconta invece le stanze, le strade e gli spazi intimi della condivisione familiare e dei paesaggi in cui è cresciuta.

Infine, Electric Sun di Jessica Bizzoni è un’esplorazione degli scenari notturni, ma anche degli ambienti quotidiani illuminati, in cui il confine sfuocato tra tecnosfera e biosfera crea realtà alternative. Le fonte elettrica diviene così fonte di nuovi rituali.

Cover photo: Stop series di Alan Maglio.