FIMA Carlo Frattini, con la sua produzione made in Italy, cresce all’estero e apre una filiale in India, rafforzando così il suo costante percorso di sviluppo e crescita nel mercato internazionale, che rappresenta complessivamente il 65% del fatturato, con un outlook in crescita per il 2016.

Nella filiale di Chandigarh nel nord dell’India, saranno eseguite le fasi di assemblaggio dei prodotti realizzati in Italia che saranno commercializzati e distribuiti in India, Bhutan, Nepal, Sri Lanka e Bangladesh. Nella sede indiana verrà inoltre realizzato il confezionamento in un packaging appositamente studiato per le esigenze di queste aree geografiche e in ognuna della confezioni verrà indicato lo stabilimento produttivo di provenienza in cui verranno finalizzati i prodotti.

FIMA Carlo Frattini continuerà quindi a mantenere tutta la produzione nello stabilimento di Briga Novarese (NO), servendo dall’Italia tutto il mercato internazionale. L’azienda per far fronte all’aumento della domanda ha infatti, recentemente inaugurato un innovativo polo produttivo autonomo aperto accanto alla storica sede, alimentato ad energia solare, che si occuperà di tutte le fasi di lavorazione del rubinetto, dalla tornitura alla cromatura dello stesso.  Nel nuovo polo produttivo sarà inoltre avviato entro il 2016 un reparto di trattamento galvanico ad “impatto zero”.