Nel progetto di CLS architetti emerge la poesia di un'officina alchemica

Atelier VM, brand fondato nel 1998 da Marta Caffarelli e Viola Naj-Oleari, apre il secondo punto vendita a Milano in corso Garibaldi 127 in occasione dell’anniversario dei suoi vent’anni.

Il progetto, curato da CLS Architetti, restituisce la poesia di un’officina alchemica in cui i materiali diventano preziosi gioielli dalle linee minimali e romantiche. 

La boutique, tra i grattacieli di Porta Nuova e la Chiesa di Santa Maria Incoronata, è uno piccolo gioiello di 16 metri quadrati, curato in ogni dettaglio.

 

Le diverse fasi di lavorazione di una pietra – sbozzatura, intaglio e levigazione – accompagnano l’evoluzione del progetto che diventa una gemma preziosa. Il taglio del diamante, pietra geometrica ma smussata, ispira forme spigolose ma armoniche.

Tagli geometrici predominano nell’area perimetrale, creando un netto contrasto con la forma ovale centrale, fulcro dello spazio ed espositore delle creazioni artigianali di Atelier VM.

Cuore materico del progetto è il marmo, i cui colori predominano lo spazio: diaspro rosso, onice verde e miele, sodalite blu e rosa portogallo.

Le pareti di marmorino rosa e il pavimento ligneo di recupero avvolgono con calore materico e cromatico lo spazio. Noce e cuoio conferiscono un senso di artigianalità all’ambiente accogliente. In contrasto i dettagli in ferro nero e ottone.

Una grande specchiera dilata lo spazio, in cui è esposta l’opera d’arte Untitled View del duo Goldschmied&Chiari.