Da SCAB Design a S•CAB. Il rebranding di un’azienda che da oltre 60 anni non smette di innovare. Ora con un nuovo logo e una nuova creatività

Da SCAB Design a S•CAB: il restyling del logo che a partire da marzo meglio racconterà la storia dell’azienda. “Un logo più vicino all’identità maturata negli anni, in continua evoluzione” spiega Luisa Battaglia, art director e co-owner dell’azienda basata a Brescia di respiro internazionale. E continua: “La crescita dell’azienda con la diversificazione della proposta è sfociata nella necessità di un rebranding, non un nuovo nome, ma un logo più contemporaneo e di facile lettura. Siamo un’azienda italiana ancora famigliare e ne siamo orgogliosi. Vantiamo una lunga tradizione manifatturiera che ci permette di produrre un oggetto ben fatto, pensato per durare. Da questo nasce il nostro valore. Questo volevamo comunicare”.

Per meglio definire il rinnovato vigore si è deciso così di passare da SCAB Design a S•CAB, avendo cura del nome che accompagna l’azienda dal 1957 ne è stato rispettato l’acronimo – Sedute e Complementi d’Arredo Battaglia – perché le origini sono importanti, come lo sono il vivere il presente e il progettare il futuro.

È stata privilegiata la S (sedute), core business dell’azienda, senza stravolgere l’identità complessiva ed è stato studiato e ridisegnato un font inedito, stondato e gradevole. L’aggiunta di un punto segna la svolta, un perno di rotazione. Il nome SCAB, quindi, come patrimonio della famiglia e del mercato internazionale a cui si rivolge con grande energia. In questo percorso creativo l’azienda è stata affiancata dallo studio Strina.

Il rebranding ha portato anche alla definizione di una nuova creatività dove finzione e realtà si incontrano per un inaspettato Spettacolo Quotidiano. La nuova immagine mira all’essenza produttiva di Scab dalla doppia anima indoor e outdoor. Ironica, a tratti surreale: un gioco di contrapposizione tra lusso e quotidianità. Un viaggio metaforico, in cui una seduta Scab si rivela adatta ad ogni situazione.

S•CAB Spettacolo Quotidiano mette in risalto la peculiarità degli oggetti che ogni giorno, per tutto il giorno, sono sul palcoscenico della vita. Lo scenario rappresenta il contesto in cui le sedute abitano, uno scenario straordinario.

Il progetto dell’immagine 2021 è realizzato da Elena Caponi e Marco Strina.