Protagonisti e numeri della 59a edizione alla Fiera di Rho dal 21 al 26 aprile

Al via, con la tradizionale conferenza stampa di febbraio (quest'anno nell'Aula Magna dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano), la nuova edizione del Salone del Mobile.Milano,vetrina della qualità, dell’innovazione e della creatività del settore dell’arredamento e appuntamento imperdibile per gli addetti ai lavori, e non solo, attratti dall’ampia offerta merceologica e dal ricco carnet di appuntamenti e progetti.

La Bellezza è il valore nuovo che si aggiunge nel Manifesto 2020: inventare, ogni anno, un design nuovo, sperimentare armonia nelle forme, plasmare la materia raggiungendo un elevato livello di sostenibilità, significa ricercare la Bellezza.

Dopo il saluto del magnifico rettore Franco Anelli, padrone di casa per l'occasione, l'intervento del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che ha ripreso i valori di internazionalizzazione e apertura dell'evento, sottolineando il legame della manifestazione con la città.

Poi Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile.Milano, ha raccontato come le aziende si stiano preparando all'evento dall'aprile scorso e si è augurato un Salone all’altezza del successo degli anni precedenti. Per quanto riguarda la mancata presenza della Cina a causa dell’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese, Luti ha spiegato che: “avremo meno visitatori cinesi, sperando che alcuni riescano a venire e augurando loro di avere successo nel loro mercato, che sta diventando sempre più importante”. Una serie di video-messaggi è arrivato anche da imprenditori e designer cinesi che quest’anno con ogni probabilità non animeranno la settimana del Salone.

“È l’anno dell’importante biennale Bagno e Cucina e tutto il Salone si presenterà al meglio, pronto a ospitare i 184 paesi del mondo che come consuetudine vengono a visitarlo”, ha rimarcato Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo.

Davide Rampello ha illustrato come il Salone del Mobile metterà in scena i suoi valori, il profondo legame con Milano e con le aziende e i designer che lo hanno reso grande nel mondo. Dal 21 aprile al 3 maggio, nella cornice della Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, La Scatola Magica. Dieci parole per dieci autori (Francesca Archibugi, Pappi Corsicato, Stefano Mordini, Wilma Labate, Bruno Bozzetto, Luca Lucini, Claudio Giovannesi, Gianni Canova, Donato Carrisi, Daniele Ciprì) racconterà, attraverso un’esperienza multisensoriale e narrativa ricca di emozione, la qualità, l’innovazione, la creatività ma soprattutto la bellezza della manifestazione milanese.

Quindi, un po' di numeri per un’edizione ricca di presenze e progetti: oltre 210 mila mq di superficie netta espositiva e più di 2.200 espositori - di cui 600 i designer del SaloneSatellite - con un 25% (escluso il SaloneSatellite) di aziende estere.

Sette gli eventi che si svolgeranno in contemporanea, oltre al SaloneSatellite con i suoi talenti under 35, presso il quartiere Fiera Milano a Rho, da martedì 21 a domenica 26 aprile con apertura agli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domenica anche al pubblico.

Il Salone Internazionale del Mobile, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo e Workplace3.0 - suddivisi nelle tipologie stilistiche Classico, Design e xLux - scenderanno in campo con le biennali EuroCucina - e il suo evento collaterale FTK (Technology For the Kitchen) - e Salone Internazionale del Bagno. Ritorna S.Project che si propone come spazio trasversale dedicato ai prodotti di design e alle soluzioni decorative e tecniche del progetto d’interni.