Wip Architetti progetta la rinascita dell’ex complesso industriale Armaguerra a Cremona

La restituzione alla città di uno spazio che da semi dismesso viene trasformato in un luogo di ritrovo e aggregazione. Sono partiti i lavori per la riconversione in spazi commerciali dell’ex complesso industriale Armaguerra di Cremona, compendio immobiliare con una superficie territoriale di circa 40 mila mq che sviluppa una superficie edificabile di 15.758 mq.

Il complesso risale al 1938, e originariamente venne utilizzato come fabbrica d’armi e munizioni. Dopo la guerra una parte dello stabilimento venne trasformato per la produzione di camion attrezzati fino al declino degli anni 60 e l’abbandono per oltre cinquant’anni. L'asset collocato nell’immediata vicinanza del centro di Cremona sulla circonvallazione della città, rappresenta un elemento di cerniera tra il tessuto residenziale e il tessuto produttivo: l’intervento si pone l’obbiettivo di ricucire il territorio arricchendo la zona di punti di interesse che possano trasformarsi in occasioni di socializzazione per giovani ed anziani, riorganizzando la mobilità sia carrabile che ciclabile e pedonale.

Il recupero degli immobili esistenti nel progetto Armaguerra, la ripresa degli elementi caratterizzanti sia sulle coperture di uno dei nuovi edifici, che sulla facciata principale, l’attenzione all’utilizzo dei materiali e ai dettagli costruttivi, cercano di preservare il carattere storico del complesso che, mixato con le nuove tecnologie, restituiscono alla città uno spazio per anni inutilizzato.

Il progetto è stato curato interamente da Wip Architetti, dal planivolumetrico, alla progettazione architettonica ed impiantistica. La società fondata nel 2000, dichiara l’architetto Nicola Di Troia founding partner di Wip, è strutturata per seguire progetti che vanno dalla piccola alla grande scala e che può contare su un gruppo di oltre 60 professionisti, oggi divisi su tre sedi e che opera con tre divisioni: Architettura, Ingegneria e Servizi tecnici.