L'installazione ideata dal Dornbracht Research Lab ha come focus l’acqua intesa come interfaccia per un’immersione multidimensionale

In che modo le nuove tecnologie possono trasformare, arricchire o addirittura sostituire l'esperienza dell'elemento acqua? Quali sono le conseguenze delle esperienze virtuali sulla mente e sulla formazione dei ricordi? Quanto possono essere simili a quelle delle esperienze reali?

Sono alcuni dei temi affrontati da Dornbracht Research Lab con Is Memory Data?, un'installazione sperimentale che ha portato i visitatori a vivere l'acqua come interfaccia - tra le persone e la tecnologia, tra materiale e immateriale, tra reale e virtuale - con un approccio sovversivo: si è voluta contrapporre la virtualità, dominata da una tecnologia talvolta esasperata, ad uno spazio fisico di esperienza semplice, persino provvisorio. Una pausa, un contrappunto, che ha reso ancora più evidente l'oscillazione tra realtà virtuale e realtà fisica.

Presentato durante la Milano Design Week 2019, Is Memory Data? è il i primo progetto della Dornbracht Research Lab series, avviato dall'art director Mike Meiré, che sperimenta e studia i rapporti tra reale e virtuale. 

L’installazione, concepita come un temporary workshop, con focus sull’acqua intesa come interfaccia per un’immersione multidimensionale, si inserisce nel pluriennale impegno culturale di Dornbracht, che dal 1996 promuove progetti di ricerca.

Chi ha visitato Is Memory Data? ha potuto sperimentare un mondo iperreale in cui sono stati posti in dialogo, in modo inedito, lo spazio, la materia e l'elemento acqua.

Con questo progetto il Dornbracht Research Lab ha voluto indagare se e quanto le esperienze virtuali abbiano il potere di creare ricordi e suscitare emozioni, allo stesso modo di quelle vissute nel mondo fisico, con un approccio rigorosamente scientifico e sperimentale, che apre la strada ad ulteriori evoluzioni nello sviluppo di concept di prodotto e di sistemi per il benessere della persona.

 

Il video realizzato da Dezeen in occasione dell’evento

In che modo le nuove tecnologie possono trasformare, arricchire o sostituire l'esperienza dell'elemento acqua? "