Il design a 360°: ovvero quando il progetto dell’imbottito diventa un’opera a tutto tondo

Brooklyn, divano dalla struttura formata da telaio con piedini in alluminio laccato e scocche posteriori e laterali in poliuretano con rinforzo in metallo, leggermente arrotondate, rivestite in cuoio, pelle o tessuto. Cuscini di seduta e schienale in poliuretano rivestiti in tessuto o pelle. Design di Stefano Bigi per Amura.

Trigono, divano con struttura in massello di rovere naturale o grigio cenere, costituita da due cavalletti laterali, una trave centrale, cinghie posteriori in pelle o tessuto; fusto in legno per la seduta con cuscinatura in poliuretano rivestito in tessuto o pelle. È completamente sfoderabile e provvisto di cuscino zavorrato che funge da bracciolo. Design di Michele De Lucchi per Alias.

A sinista, Étiquette, poltrona con struttura in acciaio verniciato, schienale in massello di frassino; seduta con cinghie in cuoio naturale o tinto, cuscino in piuma d’oca con supporto in memory foam e poliuretano. Schienale e braccioli in piuma d’oca con supporto in poliuretano ricoperto in tela di cotone, rivestiti in tessuto sfoderabile o fisso di velluto o pelle. Piedini in materiale termoplastico. Design di GamFratesi per De Padova. A destra, Kor, poltrona dalla struttura in tubo di acciaio cromato con intreccio ortogonale di cinghie in materiale plastico, seduta e schienale in gomma schiumata ignifuga a varie densità rivestiti in tessuto sfoderabile oppure in pelle. Design di William Sawaya per Sawaya & Moroni.

A sinistra, Corallo, poltrona con struttura ramificata in tondino metallico verniciato, cuscini in poliuretano con rivestimento di tessuto sfoderabile in un’unica variante di colore. Design di Paolo Grasselli per Bonaldo. A destra, Costela, poltrona con base in metallo verniciato nero opaco e seduta composta da doghe in frassino curvato tinto noce con cuscini imbottiti in poliuretano rivestiti in tessuto o pelle trapuntati. Disegnata da Martin Eisler nel 1952 e prodotta da Tacchini.

Miami, divano monoblocco con struttura in massello di faggio e pioppo e cinghie elastiche, imbottiture in poliuretano con piuma e falda sintetica per la cuscinatura. Il rivestimento è in tessuto, camoscio, pelle o ecopelle oppure su richiesta. Il divano è caratterizzato dalla seduta che poggia su una leggera struttura con piedini in bronzo e dallo schienale a sbalzo. Design Maurizio Manzoni per Cantori.

Shiky, divano monoblocco con struttura in legno, molleggio su nastri elastici, imbottita in poliuretano. Lo schienale a due altezze prevede un cuscino semplice e cuscini sostenuti da rullo, imbottiti in piuma d’oca. Rivestimento in tessuto o pelle con cuscino seduta trapuntato. Design di Damian Williamson per Zanotta.

Surf, divano componibile con elementi rettilinei, chaise longue, ad angolo e terminali, con base e seduta integrate e schienale sporgente, imbottiture in schiume poliuretaniche e rivestimento in tessuto o pelle sfoderabili. Design di Yabu Pushelberg per Molteni&C.

Gogan, divano componibile con seduta dalla struttura in legno, imbottiture in poliuretano e rivestimento sfoderabile in tessuto bouclé. È caratterizzato da elementi strutturali posti sul retro con funzione di unione, rinfonzo e fermo di schienale e seduta. Design di Patricia Urquiola per Moroso.

Foto di Efrem Raimondi