Nelle Langhe, una cantina storica fondata da Luigi Einaudi, un'antica dimora e una piscina a forma di bottiglia offrono un relax intimo e familiare

A Dogliani, immerso nelle Langhe e con una vista che domina la maestosa corona delle Alpi, il Relais Foresteria dei Poderi Einaudi coniuga una cantina storica fondata dal primo presidente democraticamente eletto, Luigi Einaudi, un'antica e affascinante dimora di famiglia e una piscina a forma di bottiglia per offrire un’accoglienza intima e calorosa in ambienti dall'eleganza d'antan.

Situato in una posizione privilegiata, il relais Poderi Einaudi è stato per lungo tempo residenza di vacanza della famiglia Einaudi e mantiene tutt’oggi il fascino e la familiarità di una casa privata.

La recente ristrutturazione della cantina ha previsto un intervento conservativo nel pieno rispetto del territorio in cui si inserisce, mantenendo intatto lo stile classico della struttura e valorizzandola con la scelta di arredi, finiture e tessuti ricercati.

La struttura dispone di sole 8 camere doppie e di 2 suite, ciascuna con caratteristiche differenti, arredate con i mobili originali della dimora, una sala per la colazione e una dedicata alle degustazioni che, grazie alle ampie vetrate, godono di un panorama di grande suggestione che volge sul digradare delle dolci colline della Langa.

Gli estimatori del buon vino apprezzeranno la piscina esterna a forma di bottiglia che rende omaggio al mondo enoico in cui questa struttura è immersa. 

Una serie di degustazioni permettono di intrattenersi nella cantina apprendere i segreti della coltivazione della vite e della vinificazione.

Il recente progetto di ristrutturazione ha dato una nuova immagine ai giardini, ma ha coinvolto principalmente la cantina che è stata ampliata e rinnovata con la creazione di una nuova sala degustazione.

Sono stati introdotti 25 nuovi contenitori in cemento, alcuni grezzi, in uso per la fermentazione e altri rivestiti all’interno in resina per l’affinamento. Dall’anno scorso è inoltre in uso anche una nuova pressa con cui approcciare i grappoli in modo delicato e meno aggressivo, mantenendo quindi la tipicità dei profumi e l’espressività dei tannini di ogni varietà di uva.