Le forme scultoree di questi pezzi unici di First Drops – Distilled Art Pieces sono sinuose e morbide come i paesaggi collinari della Romagna di cui Luciano Laghi è originario.

E proprio dalla tradizione della ceramica romagnola, nello specifico faentina, Laghi trova il suo mezzo espressivo. Le sue opere sono “vasi / non vasi”, poiché la loro funzione cambia a seconda di come vengono orientati nello spazio.

Realizzati in gres e colorati con diverse tecniche e pigmenti recuperati dalla produzione degli anni 70, i pezzi giocano su una diversità di texture che è frutto del recupero della tecnica etrusca detta “terra sigillata”.

La collezione Voluttuosa è l’esempio migliore della contaminazione tra l’antico e il contemporaneo, tra la tradizione della tecnica e l’ispirazione del presente più vivo.