HiCan, acronimo di High Fidelity Canopy, rappresenta una rivoluzione nell’ambiente della casa: un letto a baldacchino di lusso dotato di un sistema di controllo gestibile tramite una app.

Il concept di HiCan nasce infatti nove anni fa come frutto di una ricerca svolta nel dipartimento di Ingegneria dell’Università della Calabria con l’obiettivo di integrare la tecnologia all’interno dei prodotti per l’arredamento.

Il futuro della casa sarà hi-tech, la possibilità cioè di far dialogare tra loro gli oggetti rivoluzionerà l’abitare come lo smartphone ha fatto con il nostro quotidiano. Parte da queste idee l’ambizioso progetto di Hi-Interiors, azienda fondata da Ivan e Gianni Tallarico.

HiCan è il primo progetto mondiale che combina Internet of things a un letto che si presenta esteticamente con una struttura esterna in Adamantx, materiale in grado di garantire resistenza e rigidità, abbinata a interni in legno laccato e a rivestimenti disponibili in pelle e in tessuto.

Il letto del futuro dispone di una piattaforma open source personalizzata e di una serie di funzioni hi-tech tra cui l’integrazione del sistema audio basato su tecnologia exciter con impianto di sinto-amplificazione e una consolle per ospitare fonti multimediali (Apple TV, X-Box e Play Station), collegati a un proiettore per godere dell’esperienza visiva su uno schermo da 70”.