L’hotel diffuso Aquatio nasce da un’innovativa opera di recupero architettonico curata da Simone Micheli

Daikin Italy, filiale della multinazionale giapponese di sistemi di climatizzazione, riscaldamento e refrigerazione, ha contribuito al progetto di recupero architettonico e distributivo di un intero borgo nei pressi di Matera. 

Il progetto generale ed esecutivo guidato dall’architetto Cosimo Dell’Acqua ha il suo epicentro nell’Aquatio Cave Luxury Hotel & SPA, un albergo diffuso a 5 stelle progettato dallo studio di architettura di Simone Micheli. Le 35 camere che lo compongono sono distribuite su 6 livelli che si collocano su un costone del rione Sasso Caveoso di Matera, nella contrada denominata Conche risalente al XIII secolo.

Il recupero architettonico è stato possibile anche grazie alla tecnologia VRV Daikin con recupero di calore utilizzata per climatizzare e rendere confortevoli gli ambienti dell’hotel, consentendo così alla comunità di Matera e agli ospiti di usufruire di un intero Borgo altrimenti destinato all’abbandono.

 

Un albergo diffuso in un contesto altamente vincolato come quello di Matera ha richiesto un attento lavoro da parte dei progettisti per provvedere alla climatizzazione degli ambienti. Sono state quindi scelte tecnologie che potessero essere integrate nell’architettura e che potessero rispondere alle diverse esigenze in tema di controllo dell’umidità e comfort ambientale.

Per minimizzare l’impatto estetico degli elementi dell’impianto di climatizzazione sono stati adottati degli schermi bianchi per l’alloggiamento di terminali dalle dimensioni ridotte, che ricordano nel colore il latte di calce con cui i materani sanificavano gli interni delle loro abitazioni-grotta. Gli schermi sono inoltre elementi funzionali alla distribuzione degli spazi e degli impianti, inseriti per evitare che le necessità tecniche intaccassero la superficie delle pareti e delle volte presenti nei locali prevalentemente scavati.

È stato scelto un sistema centralizzato ad espansione diretta VRV Daikin con tecnologia poco invasiva e ingombrante a recupero di calore con produzione integrata di acqua calda sanitaria costituita da un unico impianto per far fronte a tutte le esigenze termo/frigorifere della struttura, al fine di garantire l’indipendenza della modalità di funzionamento di ogni singolo locale.

 

 

Per il progetto di Aqautio Cave Luxury Hotel&Spa, Simone Micheli ha vinto il primo premio nella categoria The Best Luxury Hotel Architecture in Italy 2020 al concorso internazionale Luxury Lifestyle Awards 2020.