Il cinque stelle vetro e acciaio Romeo hotel, situato nello storico ex Palazzo Lauro e affacciato sul suggestivo golfo , racchiude nei suoi 10 piani vetro e acciaio una collezione d’arte permanente articolata ed eclettica, con omaggi alla città vesuviana.

 

Nel progetto di ristrutturazione architettonica, curato dal prestigioso studio giapponese Kenzo Tange & Associates, si accentua il carattere di modernità e di dialogo con la natura del paesaggio circostante, tutt’ora in continua evoluzione: il vetro a rappresentare la trasparenza del mare, il movimento curvilineo ad evocare le onde, la denominazione degli spazi a richiamare realtà marittime.

La mancanza di barriere percepite verso l’esterno, ci regala spesso la percezione di essere sul ponte di una nave.

 

Gli interni hanno un gusto eclettico, contrasti apparenti che trovano armonia secondo scelte precise: il rigore giapponese e l’ostentata vivacità napoletana, la modernità della struttura e il legame con il territorio celebrato con le opere di artisti napoletani, che regalano uno sguardo originale e non scontato sulla città, importanti pezzi di antiquariato e altre espressioni di arte contemporanea site specific.

 

Passeggiando tra hall, ristoranti, spa e camere ci si può quindi imbattere in murales site specific di Francesco Clemente, opere di Jodice, Fermariello ed Esposito, ma anche Paladino, Guttuso e Schifano cosi come collezioni di armature giapponesi del 17° secolo, consolle Luigi XIV, poltrone di Mendini, tavoli di Spazzapan e collezioni di ceramiche antiche di Hermes.