Giorgetti lancia la nuova campagna stampa mondiale 2016. Tra design, architettura e grafica, in un gioco di rimandi concettuali, l’immagine adv presenta un contesto domestico raffinato e di grande contemporaneità in cui le collezioni del brand dialogano con lo spazio e offrono una proposta di interior design completa.

“Occuparsi di un marchio storico è sempre difficile” ha detto Giovanni del Vecchio, amministratore delegato di Giorgetti, “ma per noi la sfida è nell’evoluzione e non nella rivoluzione. Un percorso, cioè, che dia risalto a tutto il lavoro che é stato fatto per evidenziare la capacità di Giorgetti di proporre ai propri clienti un progetto articolato, che va là di la del singolo prodotto: non si tratta di collocarlo semplicemente nello spazio, ma disegnare lo spazio intorno a esso.

In una location di grande impatto architettonico, si apre uno scenario ricco di dettagli, dove elementi di arte moderna e antica si confrontano, rivelando la passione dell’azienda, fondata a Meda nel 1898, per la ricerca dell’eccellenza e dell’unicità.

“Oggi si parla sempre di più di contaminazione” ha continuato l’amministratore delegato. ”A tal proposito mi piace ricordare che l’indagine degli opposti costituisce il dna di Giorgetti, l’espressione più profonda del suo stile, della sua capacità di creare prodotti in grado di offrire soluzioni uniche, esclusive, poliedriche. Senza mai rinunciare al bello e alla freschezze estetica. Sappiamo, infatti, unire e combinare materiali e forme diverse, nel segno di una grande tradizione artigianale e nello stesso tempo della contemporaneità.”

L’indagine sugli opposti è espressione dello stile Giorgetti e della sua capacità di creare prodotti che, rifuggendo la banalità formale, offrono soluzioni esclusive, poliedriche e di grande freschezza estetica per raccontare un approccio puro al progetto.

“E’ proprio quello che è successo in questa nuova campagna“ ha aggiunto Giancarlo Bosio, art director dell’azienda brianzola, “dove i pezzi di Giorgetti dialogano con preziosi arazzi rinascimentali e contemporaneamente con la purezza formale delle sculture di Pomodoro. Insomma è proprio questa stratificazione di linguaggi e di di letture, questa raccolta di immagini che provengono da luoghi e tempi diversi che caratterizza lo stile di Giorgetti e disegna il carattere della nuova campagna stampa 2016”.

La tecnica espressiva, interpretata con il viraggio dell’ambientazione in colore blu, è una scelta che rimanda al linguaggio pop-contemporaneo, oltre a far emergere i singoli arredi presentati nei loro colori naturali, grazie a un gioco di contrasti visivi.

Completa la creatività, il claim How different would you be?. Protagonisti di questa campagna stampa sono il divano e il tavolino Aton, in primo piano, che dialogano con la poltrona Hug e il mobile Dia. Sullo sfondo, l’iconica poltroncina Progetti che ritornerà in tutte le immagini adv per sottolineare come, nella ricerca sul design, Giorgetti non rinuncia alla tradizione.

gallery gallery
Giovanni del Vecchio, amministratore delegato di Giorgetti, a sinistra, e Giancarlo Bosio, art director dell’azienda, durante la presentazione della campagna stampa 2016.
gallery gallery
Giovanni del Vecchio, amministratore delegato di Giorgetti.
gallery gallery
Uno scorcio dell'Atelier Giorgetti Milano in via Sebelloni 14.
gallery gallery
Uno scorcio dell'Atelier Giorgetti Milano in via Sebelloni 14.