L’estesa vista dall’alto sulla città di Kiev ha dato spunto al progetto d’arredo di un attico al trentesimo piano.

Le grandi pareti vetrate, oltre a offrire una suggestiva vista panoramica della città, creano un continuum con l’ambiente.

 

Il grezzo grigio dei palazzi dal sapore robusto e freddo viene ripreso in questo open space dalla pavimentazione ma soprattutto dal soffitto e dai pilastri in cemento a vista. Alla modernità della struttura è stato associato l’arredo realizzato in materiali naturali come il legno.

 

La cucina a isola, protagonista dell’ampio ambiente, appartiene alla Natural Skin di Minacciolo, capace di donare calore e matericità alla stanza.

È stata realizzata in tristrato di legno termotrattato con piano di lavoro in acciaio zincato e dispone di lavello, piano cottura ad induzione ed una moderna cappa a scomparsa.

L’intera composizione è strutturata in modo che le forme tradizionali, ma senza tempo, si intreccino all’alta tecnologia e ad un’estrema funzionalità.