Nuova luce per i capolavori del Tintoretto

Nuova luce per i capolavori del Tintoretto

 

iGuzzini prosegue il suo impegno nella valorizzazione del patrimonio culturale con un intervento illuminotecnico in grado di esaltare il complesso decorativo e migliorare l’esperienza di visita all’interno della Sala Capitolare della Scuola Grande di San Rocco a Venezia.

In occasione dei 500 anni dalla nascita del Tintoretto, la Scuola Grande di San Rocco e iGuzzini inaugurano a Venezia la nuova illuminazione della Sala Capitolare. L’intervento, realizzato grazie alle soluzioni intelligenti sviluppate da iGuzzini, sponsor tecnico, è stato definito su progetto dell’architetto e lighting designer Alberto Pasetti Bombardella – esperto di illuminazione di opere d’arte, con attività pluridecennale svolta nell’ambito dei beni culturali.

La Sala Capitolare racchiude la grande impresa pittorica composta da trentatré dipinti del Tintoretto: un programma iconografico che si sviluppa sul soffitto della stanza, dove sono rappresentate scene dell’Antico Testamento, e sulle pareti, dove trovano spazio episodi del Nuovo Testamento. Il progetto pittorico lega i teleri del soffitto non solo tra loro, ma anche con quelli delle pareti, fondendo i due cicli in un grandioso insieme unitario.

Il nuovo intervento illuminotecnico da un lato restituisce unicità cromatica e figurativa alle opere migliorandone la fruizione attraverso innovative forme di lettura (date da accensioni differenziate), dall’altro valorizza l’apparato architettonico e decorativo della Sala.

“Con questo intervento iGuzzini dà nuovamente prova della sua capacità di inserire la tecnologia in un ambiente di inestimabile valore storico-artistico. Il ricorso a soluzioni intelligenti realizzate ad hoc per la grandiosa opera pittorica del Tintoretto e la scelta di particolari led e ottiche in grado di esaltare le scelte cromatiche e luministiche dell’artista esaltano la carica emotiva e teatrale dei dipinti, migliorando l’esperienza del visitatore attraverso un vero e proprio ‘restauro percettivo’. La luce di iGuzzini è, infatti, anzitutto uno strumento di innovazione sociale” ha commentato Adolfo Guzzini, presidente di iGuzzini illuminazione.