Legno e grandi vetrate per un luogo caldo e accogliente

È un posto speciale lo Chalet Pinocchio, creato dalla famiglia Tonolli - composta da Giorgia, Nicola e dai loro 5 figli - a Bretonico, nel basso Trentino Alto-Adige, per offrire un'ospitalità accogliente in una struttura curata e dotata di ogni servizio e comfort, la cui atmosfera dona il calore di casa.

Già dal nome, lo Chalet rivela l’artigianalità e l’amore per il legno, elemento imprescindibile per una famiglia di falegnami professionisti da tre generazioni,  protagonista sia nell’architettura esterna sia nel progetto di interior, entrambi curati dallo stesso Nicola Tonolli.

Lo chalet, sviluppato prevalentemente su un unico piano, è stato realizzato in soli tre mesi da Rubner Haus.

 

Le camere, interamente arredate in legno, sono contraddistinte da progetti di interior diversi l'uno dell'altro. Fil rouge di tutte le stanze, il prezioso pavimento in noce, che proviene da un antico terreno di famiglia, e una parete retroilluminata che richiama il profilo delle Dolomiti.

Per coccolare gli ospiti c'è una piccola area wellness e una sala lounge, dove si può ammirare il paesaggio circostante grazie alle vetrate che la coprono su due lati. Trattandosi di un progetto ideato da una famiglia numerosa non poteva mancare un’area dedicata ai bambini.