Luca Nichetto ha pensato a Venezia come luogo simbolico in cui far incontrare Rubelli, azienda di tessuti padrona di casa, e Wittmann, brand viennese di mobili. L'unione di due realtà storiche non poteva che celebrarsi in una cornice d'eccezione: Ca’ Pisani Rubelli

Luca Nichetto e Venezia sono il fil rouge che unisce Rubelli e Wittmann.

Il designer originario dell’isola di Murano ha infatti pensato alla città lagunare come luogo evocativo e simbolico in cui far incontrare l'azienda veneziana di tessuti con lo storico marchio viennese di mobili. Suggestiva location del servizio fotografico delle collezioni Andes e Paradise Bird create da Luca Nichetto per Wittmann è Ca’ Pisani Rubelli, sede veneziana dello showroom e dell’archivio storico Rubelli, dove a spiccare sono stucchi, decori e rivestimenti, ça va sans dire. Gli imbottiti sono infatti rivestiti con tessuti della collezione Rubelli come la texture in cotone Dick Tracy e Martora, un velluto morbido e setoso. I jacquard Coriandoli S, Coriandoli XL e Festa, appartenenti alla capsule collection Carnevale disegnata da Nichetto per l’azienda veneziana, rivestono invece la poltroncina a schienale alto, il divano e il pouf Paradise Bird.

Se Coriandoli S e Coriandoli XL rimandano alle atmosfere colorate del Carnevale, Festa ha come soggetto una moltitudine di stelle che ricorda una festosa esplosione di fuochi d’artificio: si ispira a un disegno creato per Rubelli da Vittorio Zecchin in occasione della Biennale di Venezia nel 1934 e conservato nell’archivio aziendale che ha particolarmente colpito l’immaginario di Nichetto, tanto da spingerlo a disegnarne una rivisitazione in chiave contemporanea.

Due progetti dalla forte personalità che mi hanno dato la possibilità di confrontarmi con due città che mi rappresentano molto, che amo per i ritmi lenti e le atmosfere uniche: Venezia che per me è casa e Vienna una città dove mi sono sempre sentito a mio agio come se fossi a casa” spiega Luca Nichetto, legato a doppio filo alla città lagunare, che questo servizio fotografico è riuscito a far incontrare, integrandole armoniosamente, due aziende pregne di storia, come le città in cui hanno le radici e di cui condividono i valori.

Luca Nichetto completava lo sviluppo della sua collezione Carnevale per Rubelli mentre venivano realizzati i prototipi dei mobili da lui stesso disegnati per Wittmann, azienda familiare dai valori simili ai nostri spiega Nicolò Favaretto Rubelli, vicepresidente e ad di RubelliNacque così l’idea di mettere assieme le due creazioni del designer veneziano, e di presentarle nella sede storica, Ca’ Pisani Rubelli. Venezia è sempre stata un crocevia di culture diverse, una caratteristica insita in questa città. È stato quindi naturale continuare questa tradizione.