Una villa nascosta nel paesaggio delle terrazze liguri

A Imperia, affacciata sul mare, Villa Nemes è immersa nel territorio circostante, tra i pieni e i vuoti delle terrazze liguri. Progettata dallo studio Giordano Hadamik Architects, l'abitazione unifamiliare, estesa su circa 210 mq, ha un’ampia piscina a sfioro di circa 50 mq che guarda il mare, circondata da vegetazione mediterranea.

Affinché l’edificio si integri perfettamente con il panorama, l’ampia facciata è rivestita in pietra naturale, con un tetto verde che minimizza l’impatto visivo.

Villa Nemes è una Passivhaus: l’edificio è stato infatti isolato per ridurre i ponti termici, il patio esterno in legno e ghiaia garantisce la massima permeabilità del terreno; il tetto verde riduce la disparità termica e le ampie vetrate consentono di sfruttare al massimo la luce naturale. Utilizza inoltre fonti di energia sostenibile, come i pannelli solari e fotovoltaici, ed è dotata di un sistema di ventilazione meccanica che mantiene la qualità dell’aria interna ottimale, riducendo il consumo di energia.

All’interno, l’abitazione presenta un grande ingresso centrale, che porta da un lato alla cucina e al soggiorno e dall’altro a cinque camere da letto, ognuna dotata di spazio esterno privato con vista mare. Tutti gli ambienti sono illuminati da ampie vetrate che lasciano entrare la luce del sole, creando al contempo un effetto di continuità tra interno ed esterno.

Lo spazio risulta arioso e ordinato: lo stile minimale è connotato da pochi materiali di alta qualità, come la pietra e il legno.

Nell’ampio soggiorno, i mobili realizzati su misura diventano una sorta di unico volume delle tonalità calde del legno, in contrasto con un muro di cemento e con il pavimento, una superficie cementizia su cui è stato posato Microtopping Ideal Work che dona un effetto materico vellutato.