Il design è in città, senza incertezze. Il primo segnale, inaspettato, sono i nuovi negozi – flagship store, showroom e contract shop – che inaugurano nei giorni della Designer’s Week.

È un ritorno emozionante, non c’è dubbio. Pensare a un negozio, adesso, non è semplice. Ma è così che il design ha deciso di affrontare le prove generali del FuoriSalone 2021. Ma in fondo gli store sono i set di quella strana opera di seduzione che il progetto sa esercitare sul pubblico. È il luogo in cui il prodotto industriale diventa un linguaggio comprensibile a tutti. Più teatro che luogo commerciale, quando non addirittura co working, cultural venue o luogo ibrido che si trasforma ciclicamente lanciando messaggi alla città.

Fra opening e riprogettazioni, ecco cosa c’è da vedere nei prossimi giorni.

Living Divani inaugura la Living Gallery in Corso Monforte. È un progetto di Piero Lissoni, che in poche parole spiega: “È uno spazio quasi teatrale, un luogo per costruire e mostrare di volta in volta delle rappresentazioni, proprio come in un teatro”.

Barovier&Toso in via Durini ha invece fatto opera di restyling al piano terra, a cui si è aggiunto il proprio concept flat che conserva una spettacolare vetroteca. Ceccotti apre il proprio flagship store proprio accanto, in via Durini 23.

Bisogna spostarsi a Brera invece per vedere i nuovi negozi di Atlas Concorde, Falper – 200 mq progettati da Victor Vasilev – e il contract shop di Mohd, marchio leader nel mercato online di design che apre il suo primo spazio fisico al di fuori della Sicilia. Infine, a Porta Tenaglia 7N3 inaugura lo store di Pianca & Partners, 500 metri quadrati disegnati da Calvi & Brambilla. Il duo di designer è un riferimento sicuro per scoprire come si mette in scena lo spettacolo del design.

Immagine di copertina Design by Freepik