Milano Contract District si è occupato dei 21 appartamenti del nuovo edificio residenziale in piazza Sant’Ambrogio 4

Il nuovo progetto residenziale in piazza Sant’Ambrogio 4 della Collezione Prestige di Reale Immobili si rivolge al settore degli affitti luxury.

La consolidata piattaforma Milano Contract District si è occupata sia del layout sia dell’interior design di tutti i 21 appartamenti sviluppati su varie metrature che compongono l’edificio di 6 piani nel cuore più signorile di Milano.

Il mercato degli affitti sta registrando forti incrementi. A Milano la richiesta su base semestrale ha registrato un incremento del 4,2%, mentre nelle altre grandi città italiane si è attestata intorno al +0,8%. Allo stesso tempo si sta affermando una nuova tendenza, quella delle locazioni short term, ovvero gli affitti brevi.

Secondo l’osservatorio Halldis, nei prossimi anni le differenze tra affitto tradizionale e affitto breve si ridurranno fino (forse) ad annullarsi. Mentre secondo Idealista, nei prossimi decenni, complici anche le Olimpiadi 2026, nella sola città di Milano sono attesi oltre 200 mila nuovi residenti. Per questa ragione è previsto un profondo cambiamento nel mercato della locazione con un innalzamento della qualità dell’offerta immobiliare.

E proprio nel settore degli affitti luxury, destinati alla locazione di pregio, si inserisce il nuovo progetto di riqualificazione urbana che riguarda un edificio realizzato negli anni ’50 dall’architetto Luigi Mattioni in Piazza Sant’Ambrogio 4.

Se la riqualificazione degli spazi comuni e commerciali è stata affidata a studio di architettura Arassociati, la ridefinizione e l'art direction della configurazione degli interni è stata affidata al project team di Milano Contract District a cui è stata richiesta la realizzazione di soluzioni abitative di prestigio, sviluppate su diverse metrature e connotate da finiture di alta qualità, realizzate integralmente con i materiali e i prodotti dei brand che fanno parte della piattaforma: dagli arredi di Ernestomeda e Lema ai rivestimenti di Listone Giordano e Florim. E poi Cesana, Gessi, Flos per l’illuminotecnica, porte e sistemi Lualdi, domotica Bticino e apparecchi cucina AEG.