Genta Ishizuka è il vincitore della terza edizione del Loewe Foundation Craft Prize

L’opera Surface Tactility #11 (2018) di Genta Ishizuka è stata scelta tra quelle dei 29 finalisti della manifestazione che Loewe dedica all'artigianato contemporaneo da una prestigiosa giuria, composta da importanti figure del mondo del design, dell’architettura, del giornalismo, critici e curator museali, tra cui Wang Shu, Anatxu Zabalbeascoa, Jennifer Lee, Naoto Fukasawa e Patricia Urquiola.

 

“L’opera di Ishizuka mostra l’apertura dell’artigianato e la libertà del processo creativo. Il suo utilizzo dell’antica tecnica di laccatura in modo contemporaneo rompe con le convenzioni e rappresenta una nuova visione sculturale nell’artigianato” ha commentato Jonathan Anderson, direttore creativo di Loewe.

 

Le opere finaliste dell’edizione 2019 del Loewe Foundation Craft Prize comprendono diverse tipologie di artigianato: opere in ceramica, gioielli, tessuti, lavorazione del legno, del vetro e del metallo, mobili, carta e vernice. 

Due le menzioni speciali:

– a Harry Mogan per l’opera Untitled, tratta dalla Dichotomy Series (2018). La giuria ha argomentato: “quest’opera radicale rappresenta un confronto paradossale tra materiali non associabili. Harry Morgan porta lo spirito dell’artigianato nei materiali comuni”.

– a Kazuhito Takadoi per Kado (Angle), (2018). La giuria ha ammirato l’opera per “essere un’arte senza un nome” e ha apprezzato il coinvolgimento di Takadoi nella creazione dell’opera sin dagli inizi, dalla coltivazione del materiale nel suo giardino fino alla realizzazione di un oggetto dalla forma potente.

L'opera vincitrice e le quelle finaliste sono esibite presso il giardino interno in pietra Heaven all’Isamu Noguchi della Sogetsu Kaikan a Tokyo fino al 22 luglio 2019.

L'utilizzo dell’antica tecnica di laccatura in modo contemporaneo rompe con le convenzioni e rappresenta una nuova visione sculturale nell’artigianato (Jonathan Anderson)"