120 fotografie, con 55 inediti, di Jacques Henri Lartigue Venezia - Casa Dei Tre Oci - Fino al 10 Gennaio 2021

La Casa dei Tre Oci di Venezia riapre, dopo l’emergenza Coronavirus, con la più ampia retrospettiva mai organizzata in Italia, dedicata al fotografo francese Jacques Henri Lartigue (1894-1986).

L’invenzione della felicità, curata da Marion Perceval e Charles-Antoine Revol, direttrice e project manager della Donation Jacques Henri Lartigue, e da Denis Curti, direttore artistico della Casa dei Tre Oci, è organizzata da Civita Tre Venezie e promossa da Fondazione di Venezia, in stretta collaborazione con la Donation Jacques Henri Lartigue di Parigi, con il patrocinio del ministero della Cultura francese.

La rassegna presenta 120 immagini, di cui 55 inedite, provenienti dagli album fotografici personali di Lartigue, dei quali sono esposte alcune pagine in fac-simile. A queste si aggiungono alcuni materiali d’archivio, libri quali il Diary of a Century pubblicato con il titolo “Instants de ma vie” in francese), riviste dell’epoca, un diaporama con le pagine degli album, tre stereoscopie con immagini che rappresentano paesaggi innevati ed eleganti scenari parigini.

Nei mesi di luglio e agosto, è possibile visitare la rassegna dal venerdì alla domenica, dalle 11 alle 19, pagando il solo biglietto ridotto speciale (€ 9,00 anziché 13). Sempre nei mesi di luglio e agosto, i possessori del biglietto della mostra “Jacques Henri Lartigue. L'invenzione della felicità. Fotografie” potranno visitare con un ingresso ridotto le esposizioni in corso presso Palazzo Grassi e Punta della Dogana.