Arcadis Italia: inaugurata alle porte di Milano Z-Life, nuova sede di Zambon all’interno del campus OpenZone

È stata inaugurata alle porte di Milano la nuova casa della multinazionale farmaceutica Zambon: Z-Life all’interno del campus scientifico OpenZone. Un’importante tappa di un progetto di sviluppo che amplierà il campus con nuovi spazi per uffici e laboratori di ricerca per un investimento complessivo di 60 milioni di euro.

Il progetto architettonico di Michele De Lucchi prevede la costruzione di due torri con spazi dedicati a laboratori di ricerca tecnologicamente avanzati e a uffici per i nuovi Zoner, imprese e startup del campus, e con idee innovative nel campo della salute. All’interno di Z-LIFE, i cui interni sono stati curati dallo studio Carlo Ratti Associati, non ci sono pareti, perché una struttura aperta permette la continua adattabilità alle nuove esigenze di un ufficio contemporaneo.

Rispetta i più moderni criteri di sostenibilità e prevede soluzioni tecnologicamente avanzate grazie alla gestione tramite BMS (Building Management System), un sistema che permette di monitorare e gestire tramite sensori la climatizzazione, le luci e la sicurezza dello spazio.

Nel progetto di ampliamento del campus OpenZone sono coinvolte tutte le linee di business di Arcadis Italia società di engineering che ha lavorato in modo integrato sul progetto, sulla digitalizzazione della proposta dell'architetto sul controllo dei costi, sull'analisi idrogeologica del rischio di inondazione e sulla caratterizzazione dell’intervento di decontaminazione delle aree che ospitano la nuova sede del gruppo ed i laboratori ed uffici di ricerca in spazi di coworking.

Fotografie: Luca Rotondo