Attraverso 20 progetti iconici, la mostra mette in evidenza i cambiamenti sociali, politici, urbanistici e tecnici che hanno modellato l'interior design delle abitazioni negli ultimi 100 anni

Vitra Design Museum, Weil am Rhein, Germania

Dal 8 febbraio al 23 agosto 2020

La mostra Home Stories: 100 Years, 20 Visionary Interiors analizza la casa come espressione del modo di vivere: come, nelle diverse epoche, ha plasmato la routine quotidiana e determinato il benessere delle persone. 

Con questa grande esposizione, il Vitra Design Museum avvia un nuovo dibattito sull’arredamento d’interni domestico, sulla sua storia e sulle sue prospettive future, con una narrazione accattivante che porta i visitatori indietro nel tempo, mettendo in evidenza gli importanti cambiamenti sociali, politici, urbanistici e tecnici che hanno plasmato l'interior design negli ultimi 100 anni.

 

La mostra si concentra sulle grandi cesure che hanno caratterizzato il design e l’impiego degli interni nel mondo occidentale: a partire dalle tematiche attuali relative agli ambienti domestici, come la crescente scarsità di spazi abitativi e la scomparsa dei confini fra lavoro e vita privata, attraversando la scoperta del loft negli anni Settanta così come il successo di forme di convivenza più informali negli anni Sessanta, si risale ai moderni elettrodomestici degli anni Cinquanta fino ad arrivare ai primissimi appartamenti open space degli anni Venti.

 

 

Queste cesure saranno illustrate da 20 progetti iconici di interior design, ideati da architetti come Adolf Loos, Finn Juhl, Lina Bo Bardi e Assemble, artisti come Andy Warhol e Cecil Beaton, oltre all'arredatrice Elsie de Wolfe.

 

Gli oggetti scelti per la mostra Home Stories riflettono in quale misura la progettazione degli ambienti abitativi non sia solo influenzata da singoli arredatori di spicco, ma prenda anche spunto dal mondo dell’arte, dell’architettura, della moda o della scenografia.