Le opere gonfiabili di Franco Mazzucchelli, che raccontano cinquant'anni di evoluzione dell'idea di ‘multiplo’ e di ‘ripetizione’, dialogano con gli elettrodomestici di design nello spazio Gaggenau di Roma

Gaggenau DesignElementi, Lungo Tevere De' Cenci, Roma,

fino al 23 dicembre 2020

La mostra è visitabile su appuntamento, nel rispetto delle norme di sicurezza richieste

Se lo sviluppo tecnologico permette una perfetta riproduzione di qualsiasi manufatto, quale differenza può esistere tra arte e design?

Questo è uno dei quesiti a cui Franco Mazzucchelli, artista celebre per le opere gonfiabili, cerca di dare risposta da cinquant’anni. La personale I love multiple, promossa da Gaggenau, storico marchio tedesco di elettrodomestici premium, insieme a Sabino Maria Frassà, curatore della mostra e direttore artistico di Cramum, è stata ideata per esplorare questo aspetto della sua ricerca artistica, tanto rilevante quanto non ancora studiato.

Attraverso le nove opere dell'artista, che raccontano cinquant'anni di evoluzione dell'idea di multiplo e di ripetizione, l'arte contemporanea incontra il mondo del design. All'interno dello showroom, i prodotti Gaggenau, che da 337 anni si distinguono per una grande attenzione a forme e materiali, si avvicendano infatti ai gonfiabili di Franco Mazzucchelli.

La mostra fa parte del Piano per il sostegno delle eccellenze artistiche promosso da Gaggenau e Cramun.

“Il concetto di multiplo è alla base della ricerca artistica di Franco Mazzucchelli, nel bene e nel male, accettato, rifiutato e a volte combattuto”, spiega Sabino Maria Frassà, curatore e direttore artistico di Cramum. “In ogni caso l'artista ci ragiona da oltre cinquant'anni: se da un lato l'idea di multiplo afferisce al campo della matematica ricorrente in tutta la sua ricerca, dall'altro è anche il concetto alla base del design contemporaneo, inteso come produzione industriale di manufatti ripetibili in serie, centrale nel corpo di opere denominate Bieca Decorazione”.