Il rispetto per l’ambiente ha radici profonde e radicate nel Gruppo Gabel che da oggi può contare anche sulla certificazione STeP

Dal 1957 Gabel gestisce e controlla direttamente tutte le fasi della filiera, dalla tessitura fino alla nobilitazione dei tessuti, trasformando i migliori filati di cotone e lana, lavorati con le più innovative linee produttive, in collezioni che esprimono lo stile creativo italiano.

Una qualità totale che si ritrova nel prodotto finito, ricercato, all'avanguardia e forte di un codice etico che risponde a una vera e propria Corporate Social Responsability. In particolare la sostenibilità, sia del prodotto sia dei processi produttivi, è una scelta attuale che si mostra vincente e premiante sotto innumerevoli aspetti, non ultimo quello economico, diventando così parte integrante del core business aziendale.

Il Gruppo Gabel ha recentemente ottenuto la STeP by Oeko-Tex (Sustainable Textile Production), la certificazione ambientale per stabilimenti tessili ecologici che desiderano comunicare, in maniera trasparente e credibile, il proprio percorso verso condizioni di produzione più sostenibili.

Sono pochissime le realtà italiane che ad oggi possono vantare una certificazione così importante, che premia le aziende che si distinguono per responsabilità etica e ambientale.

La certificazione STeP è stata ottenuta grazie a un percorso che ha portato il Gruppo Gabel a scegliere di investire e di produrre oltre il 93% dei prodotti in Italia, operazione che non solo garantisce elevati standard qualitativi ma che assicura anche un’attenzione speciale all’impatto sull’ambiente dei processi produttivi che, al di fuori dell’Italia, non è possibile controllare totalmente.

Le regole per ottenere la certificazione STeP permettono tra l’altro un’analisi completa di tutte le aree aziendali rilevanti in merito a tecnologie e prodotti ecocompatibili, all'uso efficiente delle risorse nonché all’ottemperanza di specifiche condizioni di lavoro.

Una valutazione a tutto tondo sulla sostenibilità aziendale e sociale del Gruppo Gabel – a partire dai rapporto con i fornitori e gli enti esterni, con i clienti, nei processi di produzione, nella ricerca di efficienza continua fino alla riduzione costante degli sprechi – che ha ottenuto un risultato così positivo da collocare l’azienda nel segmento massimo, quello delle best practice.

L'ottenimento della STeP, che è in costante elaborazione, spinge così il marchio tessile a perseverare nei processi di miglioramento per poter aumentare ulteriormente le performance e ottenere una valutazione ancor più alta su ogni singolo aspetto.

La certificazione STeP non riguarda solo la sostenibilità ambientale, il risparmio delle materie prime e delle risorse economiche, ma comprende il concetto di responsabilità dei diritti umani e del lavoro, oltre alla razionalizzazione dei processi di creazione, ideazione e produzione, della ricerca di innovazione e di sviluppo (Michele Moltrasio, presidente e ad Gruppo Gabel)"