03 October, 2020 - 5pm
Interni Meeting Point, Istituto Marangoni, via Cerva 24, Milano

Quello del Food & Beverage è certamente il settore che più di tutti ha subito grandi cambiamenti ed evoluzioni negli ultimi anni. E ora l'ultima sfida, dovuta all’emergenza sanitaria. Dalle strategie della grande distribuzione e dell’e-commerce a un rinnovato rapporto con il territorio, dalle alchimie della cucina a cinque stelle alle dark kitchen, faremo il punto su come stia cambiando questo mondo, passando anche per le tendenze del design: dai pranzi in terrazzo e in strada alle nuove aree di attesa per una consumazione veloce e gli ordini da asporto. Evoluzione che conferma una crescente attenzione alla qualità degli alimenti, sempre più connessa al benessere e alla salute, alla tutela dell’ambiente e alla riduzione degli sprechi alimentari.

Modera Patrizia Catalano, giornalista

Il talk è stato realizzato con il sostegno di Acqua Chiarella

Speakers


Fabio Pisani, chef e proprietario de Il Luogo di Aimo e Nadia - Ph. Paolo Terzi
°
Insieme ad Alessandro Negrini, è chef patron de Il Luogo di Aimo e Nadia. Classe 1978, originario di Molfetta (Bari), dove si è diplomato cuoco, ha lavorato in grandi maison europee: a Parigi al Grand Vefour, a Londra al Waterside Inn, a Canneto sull’Oglio al ristorante Dal Pescatore. Nel 2005 approda a Il Luogo di Aimo e Nadia. Si occupa di consulenze nella ristorazione ed è Master Chef in scuole di cucina professionali. Nel 2014 è stato premiato da Identità Golose, insieme ad Alessandro Negrini, come “Miglior Chef”. Nello stesso anno Il Luogo di Aimo e Nadia entra a far parte dell'associazione Relais&Chateaux grazie anche all'apporto di Fabio e Alessandro e nel 2016 nella prestigiosa Les Grandes Tables du Monde. Nel 2018 insieme ad Alessandro Negrini e Stefania Moroni, già soci al Luogo, due importanti nuovi progetti: Aimo e Nadia Bistro, in Via Bandello 14 e Voce Aimo e Nadia ristorante gourmet, caffetteria e bookshop in Piazza della Scala a Milano.

Valentina Moretti, architetto, Holding Terra Moretti
°
Architetto, founder More, vice presidente Moretti SpA, Responsabile Politiche del personale Holding Terra Moretti. Dopo la formazione presso l'Accademia di Architettura di Mendrisio ed esperienze professionali presso gli studi di Mario Botta (Svizzera) e di Richard Meier (NY), Valentina entra nell’azienda di famiglia dando vita a More. Un sistema rivoluzionario che intende ampliare l’accessibilità all’architettura, ponendosi come unico referente per la progettazione e realizzazione di edifici di design chiavi in mano, mediante innovativi sistemi industrializzati. Nel tempo, affianca anche lo sviluppo di progetti di interior design per edifici privati e pubblici. La tutela del paesaggio, l'innovazione, la sostenibilità e la sicurezza sono alcuni dei valori che guidano l’impegno di Valentina sia nel suo ruolo di progettista che di manager nella Holding di famiglia, Terra Moretti.

Lorenzo Palmeri, architetto e designer - Ph. Virginia Bettoja
°
Si occupa di progettazione a 360° disegnando abitazioni, chitarre, lampade, vasi, tavoli, cioccolatini; di art direction; di didattica (dal 1997) e composizione e produzione musicale. Tra i suoi maestri Bruno Munari e Isao Hosoe con cui ha collaborato per diversi anni. In veste di art director ha seguito vari progetti e percorsi aziendali. Tra i principali clienti: Fumagalli componenti, Valenti Luce, Arthemagroup, Korg, Noah guitar, Garofoli, Andreoli, Guzzini, Invicta, Upgroup, Caffè River, De Vecchi, Nissan, Feltrinelli, Napapijri, Pandora Design, Lavazza, Corvasce, Danese, Ernst Knam, Jannelli&Volpi, Caimi Brevetti, DeVorm, Valcucine, Stone Italiana, Dornbracht, ECO-oh!, Vicentina Marmi, Acqua Chiarella. I suoi progetti hanno vinto e sono stati selezionati per importanti premi nazionali ed internazionali. Nel 2017 è stato nominato tra gli “Ambasciatori del Design Italiano” nell'ambito dell'Italian Design Day.

Claudio Saverino, architetto, Vudafieri - Saverino Partners - Ph. Diego Rigatti
°
Nato a Milano nel 1965, ha lavorato come scenografo e grafico pubblicitario ed editoriale. Ha studiato Architettura al Politecnico di Milano e a La Cambre di Bruxelles e si è laureato a Milano nel 1992 con una tesi di analisi di progettazione urbana sulle città arabe nel Maghreb. Dal 1992 al 1998 ha collaborato con lo Studio Francesco Soro come capoprogetto in importanti opere di architettura pubblica e privata e in progetti di product design per De Padova, ICF, Cassina. Nel 1999 consolida la sua partnership con Tiziano Vudafieri fondando lo studio Vudafieri-Saverino Partners.