L'azienda festeggia la ricorrenza inaugurando la nuova sede aziendale di Pieve di Soligo e con due opere realizzate ad hoc da artisti locali

In occasione dei 30 anni dalla fondazione di Eclisse, azienda specializzata nella produzione di controtelai per porte scorrevoli e filo muro, il gruppo apre le porte del nuovo stabilimento di via Giovanni Pascoli, a Pieve di Soligo.

Era il 10 gennaio 1989 quando Luigi De Faveri inaugurò quello che sarebbe diventato prima un punto di riferimento dell’industria veneta, poi un successo italiano e internazionale del settore. Lo abbiamo raccontato qui.

Il nuovo polo di oltre 20 mila mq, che si aggiunge ai 14 mila già esistenti di via Sernaglia, nasce dal recupero di un ex mobilificio abbandonato, per promuovere una politica sostenibile e contro lo spreco, a partire dal suolo.

Il nuovo impianto fotovoltaico di ultima generazione ad alta efficienza riesce a coprire un terzo del fabbisogno energetico totale dell’azienda. Qui si svolgono tutte le fasi di produzione del controtelaio, un prodotto ancora oggi 100% made in Italy.

All’interno lavorano oltre 160 persone che si occupano di tutte le attività di ricerca e sviluppo di prodotti e dei relativi processi di produzione, la progettazione di impianti e macchinari e di trasformazione dei semilavorati, le attività di marketing strategico, istituzionali e commerciali, in Italia e all’estero.

Inoltre Eclisse ha scelto due artisti locali, Valentino Moro e Luciano De Nicolo, per la realizzazione di due opere.

L’installazione artistica Vediamo Oltre - L’albero di una famiglia che guarda al futuro posta all’ingresso della nuova sede è stata realizzata in ferro e pietra dall’artista fabbro Valentino Moro.

Inoltre, la famiglia De Faveri ha omaggiato gli ospiti con una preziosa stampa di una delle otto opere, Carte, realizzate appositamente per l’occasione dal pittore Luciano De Nicolo, riprodotte in edizione limitata e firmata dall'autore.