Silestone Loft di Cosentino propone cinque colori che si ispirano allo stile industriale di noti quartieri internazionali: Camden, Poblenou, Seaport, Nolita e Corktown. La nuova serie introduce inoltre la tecnologia produttiva sostenibile HybriQ+

Riferimento internazionale nella produzione e distribuzione di superfici innovative per il mondo dell’architettura e del design, il gruppo spagnolo Cosentino presenta Silestone Loft, una nuova serie di cinque colori ispirati allo stile industriale risalente alla metà del XX secolo.

In quegli anni, le fabbriche abbandonate, le grandi officine e i magazzini dei vari quartieri di New York furono trasformati in alloggi a pianta aperta, in seguito ribattezzati loft. Fu allora che calcestruzzo, cemento, travi, tubi e un’estetica volutamente grezza e sobria diventarono popolari e assunsero un ruolo centrale all’interno di molte abitazioni, dando il via a una tendenza industrial oggi ancora molto in voga.

Proprio questo legame tra passato e presente ha ispirato la creazione della serie Silestone Loft, composta da cinque colori – Camden, Poblenou, Seaport, Nolita e Corktown – che portano il nome di cinque quartieri iconici accomunati da una storia e da un’estetica industriale che si riflette nelle strade, negli edifici, nell’arredo urbano e nella decorazione d’interni.

La finitura Camden si ispira a una delle zone più alternative di Londra: evoca immediatamente i noodles, il punk anni 80, un groviglio di lingue e culture diverse, ma anche manifesti e opere effimere, realizzate dagli artisti che abitano il quartiere, affisse alle facciate con mattoni a vista. Silestone Camden è quindi un grigio cemento che si ispira alle tonalità fredde enfatizzate dall'usura degli spazi abitativi tipici della zona. Dona a spazi e arredi una nuance morbida, delicata ma piena, caratterizzata da una grana fine e da una venatura bianca molto sottile. Per la sua omogeneità è una proposta versatile a qualsiasi progetto d’interni.

Silestone Poblenou rievoca invece l’epicentro della rivoluzione industriale di Barcellona, oggi uno dei suoi quartieri più creativi. Poblenou si distingue per l’atmosfera calda e mediterranea e l'aspetto industriale. È una zona ricca di contrasti: cosmopolita ma suburbana, familiare ma multiculturale. I suoi vecchi edifici industriali sono stati trasformati in favolosi loft circondati da gallerie d’arte, bar e uffici e proprio questa sua essenza ha ispirato Silestone Poblenou, una calda sfumatura di grigio con venature molto sottili sulla superficie e uno sfondo sabbioso che conferisce luminosità.

La finitura Seaport ricorda il piccolo quartiere balneare nel sud-est di Manhattan. Mattoni a vista, cemento usurato e il caratteristico legno delle banchine del porto hanno ispirato la palette cromatica proposta da questo nuovo colore. Le sfumature rendono Silestone Seaport molto simile al cemento scuro e invecchiato mentre inaspettate tonalità chiare si combinano perfettamente con lo sfondo.

Silestone Nolita è un’altra creazione ispirata a New York, nello specifico a un quartiere da sempre all’avanguardia. A metà degli anni 90, Nolita (North of Little Italy) si è affermata per la sua una personalità autentica e l’identità architettonica distintiva rispetto al contesto circostante. Questo suo retaggio storico ha offerto lo spunto per sviluppare Silestone Nolita, la tonalità bianca della collezione. Fredda e industriale, con sfumature di bianchi e grigi chiari, è una linea elegante, delicata e priva di contrasti netti.

Silestone Corktown è ispirata ai giochi di luce e ombre di un quartiere di Detroit. Corktown fu una zona della città molto florida e prospera fino a quando non si insinuò la depressione e la decadenza architettonica prese il sopravvento. Seppe però rigenerarsi alcuni decenni fa, rinnovando la sua bellezza e trovando un interessante stile culturale che si intreccia a quello industriale che la distingue. Tutto questo ha ispirato Silestone Corktown, il colore nero, il più intenso e profondo della collezione. Il suo sfondo scuro si fonde con tocchi marroni intensi e la finitura ultra opaca, rievocando le superfici usurate dal trascorrere del tempo.

Tra le novità più significative introdotte con Loft, l’impiego dell’esclusiva tecnologia HybriQ+, un nuovo processo produttivo che riconferma l’impegno di Cosentino nei confronti dell’ambiente, dell’economia circolare e della gestione sostenibile delle risorse. Con HybriQ+, infatti, la fabbricazione delle lastre è resa possibile grazie al reimpiego di materie prime, come il vetro riciclato, e all'utilizzo del 98% di acqua riciclata e del 100% di energia rinnovabile.

Grazie a questa tecnologia, la presenza di silice cristallina nelle superfici Silestone Loft viene significativamente ridotta e sostituita da una miscela ibrida di minerali e materie prime riciclate. Questa nuova composizione conferisce a Silestone caratteristiche estetiche e di design più contemporanee, pur mantenendone inalterata la qualità.

Il Gruppo Cosentino, oltre a consolidare proprio impegno in termini di sostenibilità, si fa ancora una volta pioniere nel settore. Riducendo infatti il quantitativo di quarzo nella composizione dei nuovi colori Silestone, anticipa i requisiti normativi futuri e le regole più restrittive che imporranno una diminuzione dell'uso della silice. Inoltre, garantisce maggiore sicurezza e tranquillità sia negli stabilimenti produttivi, sia nei confronti di clienti e professionisti della lavorazione del marmo.

Questo importante traguardo è il risultato di oltre tre anni di intenso lavoro e di sinergia tra i team specializzati in Innovazione, Prodotto e Ambiente del Gruppo Cosentino.