La poetica (semplice ma) concettuale di Andrea Branzi si confronta con arredi e oggetti quotidiani: va in scena una contaminazione di segni ed esperienze. In dialogo – diretto – con la città di Milano

Pianca & Partners, via Porta Tenaglia, 7N3, Milano

25 febbraio - 30 aprile 2021

Pianca & Partners, piattaforma dedicata al mondo del contract promossa da Pianca insieme a 26 marchi della filiera dell’arredamento e delle costruzioni, inaugura il palinsesto di iniziative culturali in collaborazione con la galleria Antonia Jannone Disegni di Architettura presentando una selezione di opere di Andrea Branzi.

La nuova stanza è una camera felice, molto vitale, dove il design non nasce dalle nuove tecnologie, ma da una energia diversa, ricca di vitalità e di sorprese, portatrice di serena felicità” spiega Andrea Branzi. “I burattini, la musica, le ceramiche, le maquette, le lampade, i plexiglass risplendono come se fossero appena rinati, come quando inauguriamo una casa nuova”.

In una Milano murata e dura, tra Porta Tenaglia e via Legnano, le grandi vetrine sono luminose come se una musica nuova rimbalzasse tra una nota e un’altra. Come dopo le grandi pestilenze, il mondo si rinnova e come piccoli convalescenti torniamo a guardare i nostri burattini con una luce e un colore diversi… Questo Rinascimento infantile e (forse) provvisorio” conclude Branzi “è la premessa per stanze diverse, dentro alle quali tutto si mescola, il design con i giocattoli, la cultura con le sorprese, le gallerie d’arte con gli showroom…”.

In dialogo con lo spazio, la selezione di opere di Andrea Branzi raccoglie differenti epoche e momenti della sua ricerca, colta e poetica. La collocazione – inedita – della personale, tra arredi, complementi e oggetti esposti nello showroom, porta in scena una contaminazione di segni ed esperienze capaci di restituire al pubblico un nuovo senso nel rapporto tra opere e contesto. Dentro e fuori lo spazio, in dialogo – diretto – con la città.

Leggi anche: il nuovo hub di Pianca & Partners progettato da Calvi Brambilla a Milano

Archetipi, Portali, Buratti, Marmi caldi, Lampade sorelle, Pinocchio: quello di Branzi è un mondo popolato da oggetti, sculture e disegni che invitano alla semplicità e alla gentilezza. Materiali naturali come ferro, pietra, marmo, ceramica, stoffa raccontano il profondo e delicato pensiero progettuale di uno dei più importanti maestri del design italiano.

Concetti, pensieri, disegni e oggetti di ricerca pura si confrontano con elementi seriali, non dissimili da quelli che nelle case, negli uffici e altri spazi pubblici e privati li accoglieranno.

Questo il senso di una collocazione insolita per una mostra di questo spessore: presentare le opere inserendole in un dialogo naturale con gli elementi che appartengono alla quotidianità, per meglio manifestare il senso e la potenza di quei pensieri e quelle raffigurazioni concettuali.

La nuova stanza è il primo segno della volontà di Pianca & Partners di percorrere strade non commerciali nella costruzione di un epicentro di relazioni attorno alla cultura del progetto.

Leggi anche Aldo Pianca che spiega perchè il business è un gioco di squadra