Bosa dalla parte gli animali minacciati dal climate change

Bosa, in occasione di Maison&Objet 2020 (Parigi, 17-21 gennaio), presenta due nuovi personaggi del suo immaginifico universo zoomorfo: un panda iper décor e un pinguino lowpoly a rappresentare le specie a rischio o in via di estinzione a causa del surriscaldamento globale e dei cambiamenti climatici.

L'azienda ceramica devolverà al WWF una percentuale del ricavato della commercializzazione di entrambi gli animali.

Il panda – icona del WWF – è il simbolo di tutte le specie a rischio.

Nella rappresentazione scultorea e decorata ideata da Elena SalmistraroBernardo, che significa ‘forte e coraggioso come un orso’, si alza in piedi: si erge fieroAdornato come un capo tribù: da tenero e pigro si trasforma in un temerario, pronto a combattere per difendere tutti gli altri animali.

Dab Penguin è un pinguino in ceramica, disegnato da Vittorio Gennari con la tecnica lowpoly.

Definito da poche e semplici linee, le cui sfaccettature sono enfatizzate da smalti in finiture di metalli preziosi, si distingue per il simpatico gesto dab, come se esultasse per aver compiuto una grande impresa.

Il 60% dei pinguini è scomparso negli ultimi 50 anni e Dab Penguin sembra dire: sono qui, sono un eroe!”, per sensibilizzare tutti su quanto sia importante preservare l’habitat esterno, anche con attraverso le più semplici azioni quotidiane.

Inoltre, la famiglia di simpatici animali Momonster disegnata da Giovanni Motta – qui nella versione Momonsters Zodiac – si presenta in una nuova versione sempre più decorata e colorata.