Lo showroom si trova in un tipico appartamento parigino in Rue Saint-Honoré

Birkenstock 1774 apre a Parigi come vetrina dei progetti speciali del marchio di calzature.

 

Lo showroom di 170 mq si trova in un tipico appartamento parigino haussmaniano con boiserie alle pareti, stanze comunicanti, caminetti in pietra e pavimenti in parquet.

Il nuovo concetto d’interni di Birkenstock 1774 è stato ideato da Nick Vinson di Vinson& Co, che è andato in tutta Europa alla ricerca di arredi, decorazioni e mobili vintage e nuovi, in una palette di legno caldo e pelle invecchiata.

Tavoli in quercia funzionali e flessibili di Philipp Mainzer disposti nello spazio sono abbinati a sedie Cab disegnate da Mario Bellini nel 1978, caratterizzate dalla patina del vissuto visibile nella pelle conciata, a sedute Medea anni Cinquanta in compensato di Vittorio Nobili e, negli uffici esecutivi, alle sedie scelte ad hoc di Charles e Ray Eames con morbida imbottitura usurata.

Le calzature sono esposte sulla libreria Lungangolo di Achille Castiglioni, su un carrello pieghevole in quercia e vetro degli anni Quaranta, su sgabelli Tri-Angle di Aldo Bakker e su panche Cleft Oak di Simon Hasan.

I tappeti sono in fibra di paglia, coltivata e intessuta nel Regno Unito; le ceramiche disegnate negli anni Quaranta e Cinquanta dalla ceramista svizzera Margit Linck trovano spazio accanto ai vasi in pelle cotta di Simon Hasan; i punti luce sono di Carl Auböck e J.T Kalmar, entrambi degli anni Cinquanta.

Pannelli artistici appositamente commissionati alla ricamatrice Geraldine Larkin, in juta e feltro, richiamano soletta e tomaia delle calzature Birkenstock.