Casalgrande Padana in grande stile a Roma: la premiazione di Grand Prix e l'inaugurazione di Casa Baldi

Si è svolta nella singolare cornice dell’Acquario Romano – progettato da Ettore Bernich tra il 1885 e il 1887 e ora sede della Casa dell'Architettura di Roma – la premiazione dell’XI edizione del concorso internazionale di architettura Grand Prix, ideato e sostenuto da Casalgrande Padana al fine di individuare le opere internazionali più significative che hanno saputo valorizzare le proprietà tecniche e la creatività d’impiego del grès porcellanato, facendone una componente inscindibile del progetto, una pelle architettonica.

Gran Prix Casalgrande Padana si conferma un autorevole osservatorio permanente della scena architettonica internazionale che mette in luce le infinite potenzialità espressive del gres porcellanato a disposizione dei progettisti.

La giuria – presieduta da Franco Manfredini, presidente di Casalgrande Padana, e composta da Federico BucciOrazio Campo, Tobias Lutz, Mia PizziSebastian Redecke Matteo Vercelloni – ha decretato i nomi dei vincitori dell'undicesima edizione, dopo aver valutato le oltre 130 candidature presentate e dopo aver selezionato le architetture che meglio hanno interpretato il tema del materiale ceramico come protagonista del progetto, dal punto di vista formale che funzionale.

Sono stati proclamati tre vincitori, più una menzione speciale, per ciascuna quattro categorie di riferimento:

-Il primo premio Grand Prix 2016 – 2018 per la categoria centri commerciali è stato assegnato all'architetto Filippo Taidelli per i progetti Humanitas University Campus a Rozzano, Milano e Humanitas Congress Center a Pieve Emanuele, Milano.

-Per la categoria Rivestimenti di facciata: primo premio ad Alfonso Femia, Atelier(s) Alfonso Femia per i progetti del complesso didattico ed espositivo Dallara a Varano de’ Melegari, Parma, e per I Giardini di Gabriel, Asnier sur Seine, in Francia.

-Per la categoria Edilizia pubblica: primo premio allo studio noa* - network of architecture per il progetto di Alpin Panorama Hotel Hubertus a Valdaora, Italia.

-Per l'Edilizia residenziale: primo premio a Birgitta Hjelm-Luontola per il progetto LuxLine a Pori in Finlandia.

È stata inoltre inaugurata Casa Baldi, il nuovo Creative Centre di Casalgrande Padana a servizio della creatività, della cultura e del progetto architettonico che si articolerà in serie di iniziative nel campo dell’architettura, del design e della produzione.

Particolarmente significativo, lo spazio apre ai progettisti e ai professionisti del settore un importante manufatto d’autore.

Casa Baldi, realizzata tra il 1959 e il 1961, è stata infatti progettata da Paolo Portoghesi. Ed è al celebre professore e architetto che Casalgrande Padana ha affidato il progetto di restauro, elaborato attraverso una serie di soluzioni coerenti con l’opera originale e al tempo stesso sensibili a valorizzarne architettonicamente e funzionalmente la nuova destinazione d’uso.

L'autore del progetto e della sua recente trasformazione ha tenuto un'interessante lectio magistralis aperta al pubblico.

Casa Baldi è un edificio ‘intenzionalmente ambiguo’. Paolo Portoghesi"