In mostra le opere d'arte realizzate da i/f, acronimo scelto dal designer Salvatore Indriolo e dall’artista Debora Fior

Museo Casa Gaia di Portobuffolé (TV),

fino al 12 gennaio 2020

 

Protagonista della mostra an exhibit of industrial art sono le opere d'arte di i/f, l’acronimo scelto dal designer Salvatore Indriolo e dall’artista Debora Fior per co-firmare il nuovo progetto.

 

Le opere d’arte, realizzate con materiali e colori pensati per le produzioni industriali, esprimono il potenziale sperimentale delle tecnologie produttive che assumono così anche una valenza estetica.

La produzione delle opere segue per larghi tratti il processo tipico del disegno industriale, differenziandosi invece nella realizzazione, in questo caso volutamente limitata al pezzo unico o a piccole serie.

Il know-how acquisito da Salvatore Indriolo nel campo dell’industrial design e la sensibilità artistica di Debora Fior conducono alla creazione di opere mirate – come insegna Gillo Dorfles – a “soddisfare la vista” e “colpire lo sguardo”, basandosi su principi opto-psicologici della ricerca percettiva.

La suggestiva cornice del Museo Casa Gaia offre uno spunto di riflessione aggiuntivo grazie all’accostamento dei suoi affreschi tardo medievali con le opere contemporanee di i/f: una convivenza tra entità artistiche cronologicamente lontane, ma spazialmente vicine e affini per temi estetici e narrativi.