Wannabee Gallery espone una mostra fotografica ‘bi personale’ di Matteo Cirenei ePaolo Nobile. Claudio Monnini, che cura l’esposizione, dice “C'è, nei modi di scattare e di stampare, di Nobile e di Cirenei, l'assunzione di una disciplina rigorosa e selettiva, un metodo che richiede la pazienza e l'attesa del momento. […] Quello che salta agli occhi è che siamo di fronte a scatti animati da "azioni dinamiche", dalla contemplazione della materia nell'apparente rigore statico, che "si muove" nell'inquadratura non perché sia in movimento, ma perché ha tensione. Quindi queste immagini parlano il linguaggio della dinamica della forma in senso gestaltico, e delle conseguenze che questa tensione dello spazio genera sulle "strutture del pensiero”.