L’esposizione, organizzata in collaborazione con Archivio Nanda Vigo e Galleria Allegra Ravizza, è un omaggio all’architetto artista e designer Nanda Vigo in occasione del suo ottantesimo compleanno.

 

La mostra, a cura di Alberto Podio col contributo critico di Marco Meneguzzoripercorre la carriera dell’autrice attraverso i ritratti che celebri fotografi le hanno scattato dagli anni ’60 ad oggi, alcuni ancora inediti ed esposti per la prima volta al pubblico.

Uliano Lucas, Antonia Mulas, Fabrizio Garghetti, Ruven Afanador, Lothar Wolleh, Maria Mulas, Laura Salvati, Maurizio Marcato, Vana Caruso e Aldo Ballo, Gabriele Basilico, Erhard Wehrmann, Guido Cegani, Titti Marchese, Enrico Cattaneo sono solo alcuni degli artisti presenti.

 

Una selezione di trenta scatti, per la maggior parte in bianco e nero, è affiancata da una ricca proiezione.

 

gallery gallery
Nanda Vigo con Giò Ponti, ottantesimo compleanno di Giò Ponti, Milano, 1971, foto Fabrizio Garghetti
gallery gallery
Nanda Vigo con Lucio Fontana, Galleria Vinciana, 1964, foto Laura Salvati
gallery gallery
Nanda Vigo al Bar Jenny con diversi artisti tra cui Luciano Fabro, Ugo La Pietra, Arturo Vermi, Angelo Verga, Kenjiro Azuma, Giorgio De Gaspari, Manuel Fuss, Angelo Carminati, Luigi Picciotti, Tom Bombino, 1964, foto Uliano Lucas
gallery gallery
Nanda Vigo con Max Bill e Heinz Mack, Kassel, 1964, foto Erhard Wehrmann
gallery gallery
Nanda Vigo con Piero Manzoni, 1962, foto Uliano Lucas
gallery gallery
Nanda Vigo con Pierre Restany e Mimmo Rotella, Zona Azioni, Triennale di Milano, 1973, foto Laura Salvati