Triennale Design Museum presenta una selezione di lavori di Mattia Bosco, un esercizio di stile sulle forme della tazza da caffè. Bosco parte da un piccolo, ma emblematico, oggetto d’uso quotidiano per sviluppare con metodo una ricerca espressiva e linguistica potenzialmente declinabile all’infinito. Bosco lavora la ceramica bianca smaltata accentuando l’aspetto formale dell’oggetto per rimodellare il nostro approccio alla quotidianità. Crea così oggetti in grado di sovvertire le abitudini, producendo un risveglio dell’attenzione nel momento della fruizione (sono oggetti la cui fragilità è evidente) e intensificando il tempo dell’azione.