Il progetto del nuovo Centro Culturale di Ranica (Bergamo), firmato da DAP studio e Paola Giaconia, è stato insignito del Premio OAB Architettura promosso dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Bergamo per distinguere le migliori opere realizzate sul territorio provinciale nell’ultimo decennio. La giuria, presieduta da Aurelio Galfetti, ha selezionato il progetto quale migliore opera pubblica. Inaugurato e aperto al pubblico nella primavera 2010, l’edificio, che ospita una biblioteca civica, un auditorium, un asilo nido, una scuola di danza e una di teatro, è caratterizzato da due volumi sovrapposti che nel mezzo si aprono in una corte interna, capace di catalizzare luce naturale e vita urbana. L’architettura ospita infatti all’interno una nuova piazza, un nuovo luogo di incontro all’aperto per i cittadini. Il volume più basso si mostra vetrato, trasparente, come a denunciare all’esterno le attività svolte all’interno, come a sollecitare la curiosità e la partecipazione dei cittadini. Quello più alto poggia sul primo e interpreta il ruolo del segnale urbano ricorrendo a una sequenza di lastre di policarbonato alveolare colorato e leggermente opaco, attraverso il quale è possibile intuire, in profondità e in modo sfumato, le sagome delle persone. Gli interni, candidi e sobri, rivelano un’articolazione e una complessità che donano dinamicità all’ambiente e alle attività che in esso si svolgono.