Balthazar Korab arrivò a Firenze, più precisamente a Settignano, nei primi giorni di novembre del 1966 e si trovò ad assistere all’alluvione che sconvolse la città di lì a poco, raccontandola in una serie di scatti che ora, in occasione dei cinquant’anni da quell’evento, vengono proposti nella mostra “Balthazar Korab. I giorni dell’Alluvione”, curata da John Comazzi, Christian Korab, Guido Cozzi e Massimo Borchi, in collaborazione con l’Università del Minnesota.

Da Tethys Gallery sono proposte 16 immagini, oggi di proprietà, come tutto l’archivio Korab, della Biblioteca del Congresso, Divisione Stampe e Fotografie. Alcune sono state scattate proprio il 4 novembre, quando l’acqua ha rotto gli argini e invaso la città, altre sono dei mesi successivi, mentre Firenze cercava di rialzare la testa e salvare il suo immenso patrimonio.