La luce di Artemide nel progetto “Arch and Art”, allestito all’interno dei Giardini della Triennale. Un progetto che vuole testimoniare il legame che unisce un’opera architettonica e un’opera d’arte: cinque padiglioni progettati da cinque architetti e altrettanti artisti. Tra questi maestri Michele De Lucchi con Enzo Cucchi.

Il padiglione di Michele De Lucchi è “un camino alto nove metri, una torre del vento, una inusuale ciminiera costruita per ospitare quattro terrecotte di Enzo Cucchi. È di forma conica nella parte inferiore, e cilindrica in quella superiore.

Le opere di Enzo Cucchi appaiono sospese e attraggono per la straordinaria forza che sprigionano. Sono illuminate durante il giorno dalla luce solare, filtrata dall’oblò nella sommità della cupola, e dall’alto con i proiettori Tycho di Artemide disegnati da Michele dDe Lucchi sospesi all’anello strutturale.

“Tycho ha il compito di porre accenti e di farlo nella maniera più semplice possibile. Ho disegnato una visiera, una palpebra per dirigere la luce e non abbagliare”, spiega Michele De Lucchi.

gallery gallery
Tycho by Michele De Lucchi